"Truffa dello specchietto", raggirano due volte la stessa vittima | Errore mette nei guai coppia -

“Truffa dello specchietto”, raggirano due volte la stessa vittima | Errore mette nei guai coppia

Redazione

“Truffa dello specchietto”, raggirano due volte la stessa vittima | Errore mette nei guai coppia

I due truffatori sono stati denunciati, proposto anche il "foglio di via obbligatorio"
Mar, 28/02/2017 - 13:50

Condividi su:


Torna di moda la “raggiro dello specchietto” nell’Alto Chiascio ma stavolta a due esperti truffatori seriali, un uomo e una donna, entrambi del ’77 e di origine siciliana, gravati da numerosi precedenti specifici, il destino ha voluto giocare un brutto scherzo.

Tutto ha avuto inizio la mattina del 20 dicembre 2016 quando la vittima, un 73enne eugubino, nel percorrere a bordo della sua auto via Leonardo da Vinci, aveva sentito una forte botta sullo specchietto. Credendo di aver urtato l’auto che stava procedendo in senso contrario, aveva deciso di fermarsi nel piazzale della vicina Coop. Lì era stato raggiunto dai due occupanti dell’auto urtata, un uomo e una donna, che gli avevano chiesto 350 euro per il danno causato allo specchietto. Non avendo disponibile la cifra e ritenendola tra l’altro esagerata, l’uomo, non rendendosi conto di essere vittima di una truffa, aveva consegnato ai due, in buona fede, soli 70 euro.

Il caso ha voluto che a distanza di due mesi, mercoledì 22 febbraio scorso, l’inconsapevole vittima si sia ritrovata a percorrere la stessa via, Leonardo da Vinci, questa volta però nel senso opposto. Giunto all’altezza dell’ufficio postale ha sentito urtare ancora lo specchietto e, come due mesi prima, si è subito fermato. Poco dopo si è visto raggiungere da una Lancia Y di colore scuro, dalla quale è scesa la stessa coppia che lo aveva truffato la prima volta. Come la vittima ha subito realizzato di essere stato truffato, allo stesso modo i due malviventi si sono accorti di aver commesso un grave e fatale errore. Nonostante la fuga in auto immediata dei due, l’eugubino è riuscito a prendere il numero di targa.

Dopo la denuncia ai Carabinieri di Gubbio e una serie di accertamenti da parte dei militari, i due presunti responsabili sono stati individuati e denunciati all’Autorità Giudiziaria di Perugia sia per la truffa commessa lo scorso dicembre sia per quella tentata lo scorso mercoledì. In entrambi i casi i due hanno agito in concorso. Nei confronti della coppia è stata avanzata anche la proposta di “foglio di via obbligatorio”, per evitare che possano tornare nel Comune di Gubbio.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!