Troppi casi di tumore, i sindaci annunciano indagini e incontri pubblici - Tuttoggi

Troppi casi di tumore, i sindaci annunciano indagini e incontri pubblici

Sara Minciaroni

Troppi casi di tumore, i sindaci annunciano indagini e incontri pubblici

La denuncia di un cittadino "In queste quaranta famiglie si è ammalata una persona su tre"
Mer, 09/03/2016 - 16:07

Condividi su:


La scienza e la statistica sono ancora lontane dal dare conferme, sempre che ce ne siano, ma quello che è certo è che la popolazione nella Valle del Nestore, di conferme alle loro paure ne trova ogni giorno: hanno il nome delle 26 persone morte per cancro dal 1970 ad oggi e delle altre 10 a cui il cancro è stato diagnosticato nelle sole 40 famiglie residenti che un cittadino con precisione ha indicato scrivendo un’accorata lettera ai sindaci. E quei puntini colorati che spuntano su un pezzettino di mappa fanno paura. Tanto che i sindaci di Piegaro e Panicale, Roberto Ferricelli e Giulio Cherubini non hanno esitato a rispondere.

Troppi morti per tumore, dati choc “qui si ammala una persona su tre”

“Già da tempo i Comuni di Panicale e Piegaro – spiegano – si sono attivati presso gli organi competenti per poter avere un quadro chiaro ed esaustivo sulla situazione ambientale del proprio territorio. E’ per questa ragione che dopo aver già da tempo richiesto l’intervento di Arpa per le analisi sulle ceneri è stato chiesto l’ulteriore intervento delle autorità preposte per la valutazione dell’incidenza dei tumori nel nostro territorio”. E quindi la conferma di analisi in corso: “Le analisi sono cominciate dal territorio di Piegaro – spiegano i sindaci –  e andranno avanti con il coinvolgimento del territorio di Panicale”.

Troppi morti per tumore e il Comune apre “un’inchiesta”

La questione evidentemente non risiede solo nei dati prettamente numerici, perché si tratta di indagare fatti e dinamiche antiche di almeno una trentina d’anni: Le preoccupazioni su tale versante dei nostri concittadini, non ultime quelle espresse pubblicamente nell’accorato appello, sono degne della massima attenzione da parte dei sindaci, individuati dalla legge come massime autorità sanitarie locali. Consce della difficoltà di un simile processo – spiegano – che porta le lancette indietro di diverse decine di anni fino a realtà e dinamiche del nostro territorio molto distanti da quelle odierne, le Amministrazioni hanno deciso di intraprendere con fermezza un percorso di completa trasparenza”. E poi la garanzia di trasparenza: “Solo tramite il totale accesso pubblico alle informazioni che riguardano il passato è possibile progettare e ripensare il nostro futuro – concludonoUna volta terminato il processo di analisi insieme alle autorità sanitarie seguiranno nei territori degli incontri pubblici per la divulgazione dei risultati”. 

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!