Tra musica e teatro aprono le taverne di Montefalco. Il programma del week-end - Tuttoggi

Tra musica e teatro aprono le taverne di Montefalco. Il programma del week-end

Redazione

Tra musica e teatro aprono le taverne di Montefalco. Il programma del week-end

Sab, 04/08/2012 - 17:08

Condividi su:


Un fine settimana all’insegna della musica e dello spettacolo per aprire ufficialmente l’edizione 2012 dell’Agosto montefalchese, ricco cartellone di eventi estivi, promosso dall’amministrazione comunale, in programma fino a domenica 19 agosto nella città del Sagrantino.
Il giullare di Assisi. Il primo appuntamento del week-end è stato ieri, venerdì 3 agosto, in piazza del Comune, con lo spettacolo teatrale “Il giullare di Assisi”, con protagonista e regista Riccardo Leonelli, attore della soap opera “Cento Vetrine”. Davanti al pubblico che seguiva con interesse, quasi ipnotizzato, tra sarcasmo e anticonformismo, lo spettacolo, interamente basato su fonti francescane, ha raccontato episodi sconosciuti degli ultimi 10 anni di vita di Francesco d’Assisi, periodo in cui il santo, ormai famoso e venerato, radicalizza i suoi atteggiamenti “teatrali”, coniando la definizione di “Giullare di Dio”.
Taverne. Nella stessa serata, hanno aperto le porte al pubblico le taverne dei quattro rioni della città (sant’Agostino, san Bartolomeo, san Fortunato e san Francesco), dislocate il diverse zone del centro storico, che permetteranno, per tutta la durata della manifestazione, di degustare, in differenti menù, piatti tipici della tradizione, in abbinamento ai vini docg Montefalco Rosso e Sagrantino. Taverne che avevano già inaugurato le cucine con la cena propizatoria che i quattro quartieri hanno svolto simultaneamente nella serata di mercoledì (nelle foto il quartiere Sant’Agostino).

Danilo Sacco dei Nomadi. Appuntamento con la musica, sabato 4 agosto, sempre in piazza del Comune, alle 21.30, con il concerto di Danilo Sacco “Un altro da me”. Il cantante e cantautore piemontese, ex voce dei Nomadi, eseguirà brani del suo nuovo disco, da cui prende il nome l’omonimo concerto, insieme a cover proprie e di altri artisti, tra cui “La canzone della bambina portoghese”, “Trovare Dio”, “Asia”, “Auschwitz”, “Dio è morto” e “A muso duro”.
Umbrian serenades. Domenica 5 agosto, alla Chiesa museo di san Francesco, alle 18, sarà la volta del concerto a cappella della corale americana “Umbrian serenades”. L’evento si inserisce nel programma turistico corale che interessa il territorio umbro, creato e diretto dal maestro Paulo Faustini e giunto alla sua settima edizione. A dirigere il coro, Joseph Flummerfelt, uno dei nomi più premiati e riconosciuti nel panorama internazionale nell’ambito della direzione corale, per decenni collaboratore del maestro Gian Carlo Menotti al Festival dei due mondi di Spoleto.
L’ingresso a tutti gli spettacoli è libero e gratuito.
Il Gusto dell’Arte. “Il Gusto dell’Arte” è il nome della mostra inaugurata, in occasione dell’agosto montefalchese, dalla poliedrica artista Stefania Rosichetti nella città del Sagrantino. I quadri della giovane artista sono esposti presso Eat Montefalco, negozio di prodotti tipici che si trova in via XX Settembre, angolo Corso Mameli. Rosichetti ha, tra l’altro, curato il logo del negozio. L’artista oltre ad esporre le opere in cui ritrae donne oniriche e misteriose, esporrà, per la prima volta, alcuni pezzi dedicati alla terra del vino. “Siamo talmente abituati a vedere le nostre meravigliose colline e paesaggi che spesso non li osserviamo, ma li guardiamo distrattamente: solo quando ho cominciato a viaggiare, in giro per il mondo, ho iniziato ad osservare la mia terra con occhi diversi, quelli del cuore: in questi quadri ho rappresentato per la prima volta la terra che ci ha donato la vita”. Le opere di Rosichetti resteranno esposte fino al 31 agosto presso il negozio Eat Montefalco. Alberto D’Atanasio, critico d’arte, e docente ordinario di Semiologia dei linguaggi non verbali, ha detto di lei “ la pittura dopo gli anni 70 ha intrapreso due strade diverse: una di queste è il filone dell’astratto, legato ai moti interiori per cui l’opera non è semplice esperienza decorativa ma un varco verso un universo fantastico e misterioso e la meravigliosa artista Stefania Rosichetti con la sua arte ci offre la porta migliore per entrarvi”

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!