Todi, raccolta differenziata “porta a porta” spinta nelle frazioni/Superato il 65%

Todi, raccolta differenziata “porta a porta” spinta nelle frazioni/Superato il 65%

Nel mese di settembre riunioni informative con i cittadini di Ripaioli, Cacciano, Frontignano, Lorgnano, Loreto e San Damiano


share

Comune di Todi, Gesenu e Gest, società gestrice del servizio di igiene urbana nell’ATI 2, stanno completando l’attivazione del servizio di raccolta differenziata “porta a porta” in tutto il territorio comunale tramite tre contenitori domiciliari o l’installazione di postazioni di contenitori di prossimità.

Per fornire informazioni dettagliate sul progetto, l’Amministrazione comunale di Todi, in collaborazione con i tecnici di Gesenu, ha programmato una serie di incontri informativi con i cittadini delle frazioni interessate.

A tale scopo, nel mese di settembre si svolgeranno tre incontri pubblici con le famiglie delle frazioni di Ripaioli, Cacciano, Frontignano, Lorgnano, Loreto e San Damiano cui parteciperanno il Sindaco di Todi Carlo Rossini, il Vicesindaco e Assessore all’Ambiente Luca Pipistrelli e tecnici di Gesenu.

Il calendario degli incontri: Ripaioli (giovedì 4 settembre, ore 21 presso la Sala Parrocchiale); Cacciano, Frontignano, Lorgnano e Loreto (venerdì 5 settembre, ore 21, Frontignano presso lo stabile delle ex scuole comunali); San Damiano (mercoledì 10 settembre, ore 21, presso il Frantoio, ex Cooperativa San Damiano).

In vista dell’ampliamento del servizio “porta a porta” in queste frazioni, incaricati di Gesenu, muniti di tesserino di riconoscimento, passeranno casa per casa, per informare i cittadini e compilare il modulo di richiesta dei contenitori.
A tutte le famiglie delle frazioni interessate saranno consegnati i contenitori domestici per facilitare la separazione dei rifiuti: un contenitore con coperchio giallo (per la raccolta di sola carta, cartone e tetra pak); un contenitore con coperchio blu (per bottiglie in vetro e plastica, lattine e scatolette in ferro); un contenitore grigio (per dove mettere solo il rifiuto secco residuo, cioè tutto quello che non si può riciclare); per chi ha un orto o un giardino sarà assegnato un composter per la raccolta di rifiuti organici, sfalci di potatura, foglie ed erba.

“Ampliando il servizio ‘porta a porta’ nelle frazioni – afferma l’Assessore all’Ambiente del Comune di Todi Luca Pipistrelli – intendiamo incrementare la percentuale di raccolta differenziata. I dati relativi al 2013, certificati dall’Arpa Umbria, evidenziano la buona performance d Todi, che risulta il secondo Comune in Umbria con popolazione superiore ai 15mila abitanti ad aver raggiunto e superato la quota del 65%, attestandosi al sesto posto assoluto nella graduatoria regionale. Le rilevazioni del 2014 evidenziano un trend in ulteriore crescita: nel secondo trimestre di quest’anno, infatti, la raccolta differenziata ha raggiunto la percentuale del 66,65%. Risultati concreti – continua l’Assessore all’Ambiente – frutto della capacità di programmazione dell’Amministrazione sul versante ambientale, del lavoro svolto da Gesenu e dell’apporto fondamentale dei cittadini tuderti”.

 

share

Commenti

Stampa