Tevere torbido, istituzioni danno “buca” al sit-in di protesta di ‘Umbertide partecipa’

Tevere torbido, istituzioni danno “buca” al sit-in di protesta di ‘Umbertide partecipa’

Il leader dell’associazione Marco Locchi “Latitanza che la dice lunga in merito all’interessamento del problema”

share

Tantissimi pescatori, che settimanalmente accedono al campo gara di pesca sportiva, e altrettanti cittadini, che spesso passeggiano lungo le sponde del fiume, sono intervenuti al sit-in di protesta di domenica scorsa (6 ottobre) organizzato da ‘Umbertide Partecipa’, per lanciare un grido di allarme sulla situazione del fiume Tevere, di recente tornato a mostrare acque torbide ed emanare odori nauseabondi.

Ma a far sicuramente più rumore, nonostante l’invito esteso a tutti, è stata l’assenza totale delle istituzioni, dai candidati alle prossime elezioni regionali all’amministrazione comunale umbertidese. “Una latitanza – ha commentato il leader di ‘Umbertide Partecipa’, l’ex sindaco Marco Locchiche la dice lunga in merito all’interessamento del problema. A nostro avviso il sindaco dovrebbe essere in prima linea quando si tratta di difendere i propri cittadini e il proprio territorio, anche se non ha competenze specifiche in materia; se la risorsa Tevere dovesse perdere valore, le ripercussioni sarebbero significative e difficili da spiegare ai tanti operatori turistici ed economici che oggi ne traggono vantaggio”.

“Il sindaco – continua Locchi – dovrebbe essere il primo a voler fare chiarezza, come il sottoscritto ha cercato di fare negli anni precedenti. La nostra associazione sta facendo tutto questo con spirito di servizio per la città. Non siamo noi che cerchiamo sostegno dal Comune: anzi è l’opposto, siamo noi che lo abbiamo dato al sindaco. A nostro avviso dovrebbe essere lui stesso il maggior sponsor di queste iniziative, spendersi cioè per il bene della città. Noi continueremo su questo e altri temi a dire la nostra, nella speranza che qualcuno prima o poi si faccia vivo con spirito costruttivo e non con polemicuzze di basso profilo”.

share

Commenti

Stampa