Per San Pellegrino solidarietà da San Venanzo | Proprietari seconde case chiedono area camping - Tuttoggi

Per San Pellegrino solidarietà da San Venanzo | Proprietari seconde case chiedono area camping

Redazione

Per San Pellegrino solidarietà da San Venanzo | Proprietari seconde case chiedono area camping

Raccolta fondi del municipio ternano per la realizzazione della sala polivalente nella frazione distrutta dal sisma | E intanto arriva una lettera alla presidente Marini
Ven, 10/03/2017 - 09:21

Condividi su:


Per San Pellegrino solidarietà da San Venanzo | Proprietari seconde case chiedono area camping

Diecimila euro in arrivo per realizzare la sala polivalente di San Pellegrino di Norcia, mentre i cittadini proprietari di seconde case nel piccolo paese completamente distrutto dalle scosse di terremoto chiedono la realizzazione di un’area a servizi che possa essere utilizzata come una sorta di campeggio per consentire anche a loro un ritorno temporaneo nella frazione nursina.

Partiamo con ordine, dalla solidarietà della popolazione di Terni e della sua provincia – attraverso il progetto RiFiorita ma non solo – per sostenere Norcia ed in particolare San Pellegrino. Ultimo atto di estrema generosità, in ordine di tempo, è quello messo in piedi dal Comune di San Venanzo, che domenica consegnerà agli abitanti della frazione ed in particolare alla pro loco 10mila euro. I soldi serviranno a contribuire al progetto di realizzazione di una sala polivalente per la frazione. A guidare la delegazione di amministratori ed associazioni di San Venanzo domenica a San Pellegrino sarà il sindaco del piccolo comune del ternano, Marsilio Marinelli.  “Sono – spiega Marinelli – i proventi raccolti durante la cena di solidarietà e tramite altre iniziative locali a sostegno delle zone terremotate. A questa somma, trasferita alla pro San Pellegrino mediante bonifico bancario – aggiunge – si unisce anche un proiettore che potrà essere installato nella sala in costruzione”.

Mentre va avanti la raccolta di fondi che servirà per realizzare la struttura a servizio della frazione – che gode dell’aiuto di iniziative pubbliche e private, tra cui la felpa “San Pellegrino di Norcia c’è” – e dopo la consegna delle prime casette prefabbricate e del container collettivo per ospitare la popolazione sfollata, a farsi sentire sono anche i numerosi proprietari di seconde case. Per lo più persone che abitano a Roma, profondamente legate al ‘paesello’, che in molti casi qui hanno dei parenti,  che vorrebbero anche loro tornare nei prossimi mesi. Da qui la proposta – avanzata su Facebook alla presidente della Regione Catiuscia Marini – di realizzare un’area attrezzata che possa fungere da specie di area campeggio. Un luogo quindi dove anche i proprietari di seconde case possano stare, con proprie strutture, temporaneamente nel periodo estivo. “Tutto questo – viene spiegato – ci permetterebbe di ritrovarci tutti come negli anni passati; convivere come sempre con i nostri amici e parenti residenti; seguire l’evolversi della futura ricostruzione e portare sicuramente un valido aiuto per il risollevarsi dell’economia locale; per non parlare delle conseguenze positive sulla psiche di tutti e, non da meno, la risonanza mediatica di un simile progetto”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!