Terremoto, altra forte scossa di 4.2 nel pomeriggio | Dati e numeri dell'emergenza - Tuttoggi

Terremoto, altra forte scossa di 4.2 nel pomeriggio | Dati e numeri dell’emergenza

Redazione

Terremoto, altra forte scossa di 4.2 nel pomeriggio | Dati e numeri dell’emergenza

I soccorsi anche per gli animali. Prosegue lo sciame sismico tra Marche, Umbria e Lazio.
Sab, 12/11/2016 - 19:12

Condividi su:


Terremoto, altra forte scossa di 4.2 nel pomeriggio | Dati e numeri dell’emergenza

Ancora un pomeriggio di scosse tra Marche, Umbria e Lazio. Fin dal primo pomeriggio la terra è tornata a tremare soprattutto in provincia di Macerata, con un evento di magnitudo 3.9, alle ore 13.34, e un altro di magnitudo 3.7, alle 13.59, entrambe con epicentro a Fiastra. La scossa più forte, di magnitudo 4.2, è invece stata avvertita alle 15.43, con epicentro ad Accumoli (Ri). Quest’ultima è stata avvertita molto bene anche in Umbria.

Numeri – Intanto, da oggi, il Servizio Geologico della Regione Umbria ha messo online come “open data”, sul portale istituzionale dell’Ente, i dati relativi ai mesi della crisi sismica da agosto a ottobre 2016. In questo lasso di tempo sono stati registrati dalla rete sismica regionale 9914 eventi sismici nei comuni di Norcia (8863), Preci (962) e Cascia (82). Il bollettino sismico contiene i dati della Rete sismica locale della Regione Umbria (Re.Si.R.): in esso sono indicati gli epicentri dei terremoti con i dati principali e, per ogni comune umbro, vi è il numero totale degli eventi sismici e la magnitudo più elevata registrata.

Dal 24 agosto ad oggi, – informa il responsabile regionale della rete sismica regionale Andrea Motti, – sono state effettuate molte attività per far fronte alle diverse necessità: 2016 ore di servizio prestato durante le fasi di emergenza con un massimo giornaliero operativo di 6 tra geologi o sismologi, 3600 telefonate ricevute a cui si sono fornite informazioni, 180 sopralluoghi geologici di verifica, 12 indagini geofisiche e relazioni geologiche, 1600 fotografie di documentazione, 4000 chilometri quadrati di cartografia geologica di dettaglio tra Umbria e Marche fornita agli Enti pubblici e di ricerca”.

In seguito all’evento sismico del 30 ottobre ad oggi risultano assistite in Umbria 4213 persone: il dato aggiornato è fornito dal Servizio regionale di Protezione Civile. Le persone che hanno trovato assistenza in alberghi ubicati fuori dall’area epicentrale sono 1087 e 436 sono gli assistiti in tende. Altre 548 persone sono alloggiate in tensostrutture tipo tende sociali, 1936 in strutture e altre 206 persone sono assistite in strutture ricettive locali.

Dal 31 ottobre all’11 novembre i Servizi veterinari dell’AUSL Umbria 2, coordinati dal Servizio regionale, hanno effettuato, anche a seguito di segnalazioni del Corpo Forestale, 148 sopralluoghi presso gli allevamenti dei Comuni oggetto di eventi sismici per rilevare i danni alle stalle e alle strutture funzionali agli allevamenti, quali fienili e magazzini, finalizzati all’assegnazione di strutture temporanee. Complessivamente sono stati trasferiti in stalle attrezzate, con il supporto dei veterinari e del personale del Soccorso Alpino e del Corpo Forestale dello Stato, 1000 ovini (di cui 700 in transumanza) e 200 bovini (di cui 100 in transumanza) provenienti da Castelluccio (zona da evacuare) e da stalle gravemente lesionate per un totale di 8 allevamenti. Sono stati recuperati e smaltiti 25 corpi di animali (ovini, suini e bovini) deceduti a seguito del crollo dei ricoveri ed effettuata la  bonifica ambientale che ha visto l’intervento congiunto dei Vigili del Fuoco, di ditta specializzata e di personale dell’AUSL Umbria 2.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!