Terremoto 2016, modi e contatti per aiutare la Valnerina | Aggiornamenti - Tuttoggi

Terremoto 2016, modi e contatti per aiutare la Valnerina | Aggiornamenti

Sara Fratepietro

Terremoto 2016, modi e contatti per aiutare la Valnerina | Aggiornamenti

Le aree di raccolta sul territorio e i numeri utili | Gli Iban dei Comuni interessati | Il sostegno alle aziende del territorio
Ven, 04/11/2016 - 16:08

Condividi su:


L’Italia intera, e non solo, si sta mobilitando in questi giorni per la Valnerina. E’ solo per un insieme di tanti motivi che il terremoto del 30 ottobre non ha provocato morti, come avvenuto invece il 24 agosto ad Amatrice, Accumoli ed Arquata del Tronto. Gli edifici dei comuni più vicini all’epicentro hanno in parte retto, ma sono quasi tutti gravemente compromessi. L’economia di Norcia, Preci e Cascia (ma anche di altre zone, come Monteleone di Spoleto e non solo) è in ginocchio.  La popolazione ha bisogno di assistenza e laddove il sistema nazionale sembra aver avuto delle falle, sono stati associazioni e raggruppamenti di cittadini a dare una mano in più negli ultimi giorni. Proponiamo quindi di seguito le principali modalità possibili per aiutare la Valnerina, sia attraverso le istituzioni che i cittadini che si sono mossi in prima persona per fare da tramite con la popolazione. Gruppi di raccolta sono stati organizzati anche in molte città italiane.

  • Numero solidale 45500

Grazie al protocollo d’intesa esistente tra Dipartimento della Protezione Civile e operatori di telefonia fissa e mobile, tramite gli operatori Tim, Vodafone, Wind, H3G, Poste mobile e Fastweb è possibile donare due euro inviando un sms solidale o per gli operatori di linea fissa effettuando una chiamata al numero 45500.  I fondi raccolti saranno trasferiti dagli operatori, senza alcun ricarico, al Dipartimento della Protezione Civile che provvederà a destinarle alle regioni colpite dal sisma. Dopo la riattivazione del numero, nei giorni scorsi, sono stati raccolti 2.350.498 euro. Nella prima fase di attivazione, invece,  dal 24 agosto al 9 ottobre, il numero ha raccolto 15.053.594 euro. E’ possibile inoltre continuare a donare a favore delle popolazioni del Centro Italia colpite dal sisma del 24 agosto, del 26 e del 30 ottobre, tramite bonifico sul conto corrente attivato dal Dipartimento della Protezione Civile (Iban IT44P0103003200000006366341 , causale “Emergenza Terremoto Centro Italia) presso la banca Monte dei Paschi di Siena che, ad oggi, ha raccolto 4.025.727,26 euro.

  • Caritas diocesana di Spoleto – Norcia tramite l’Iban IT45M0200821804000104464843 – nella causale indicare “Terremoto Valnerina 2016” – o contattando il numero 0743.220485 per la donazione di beni

Per l’Archidiocesi di Spoleto – Norcia e per le altre Diocesi dell’Umbria è la Caritas diocesana locale a coordinare la raccolta degli aiuti. Chi volesse collaborare con l’invio di generi di prima necessità, deve prima contattare gli operatori della Caritas al numero 0743-220485: loro forniranno le reali necessità della popolazione e ciò consentirà di avere la situazione costantemente sotto controllo, evitando così l’accumulo di enormi quantità di generi. La Caritas ha già predisposto due magazzini per la raccolta nella città di Spoleto. I volontari, poi, distribuiranno nelle varie comunità della Valnerina quanto ricevuto. Infine, chi volesse contribuire economicamente, può effettuare un bonifico sul conto della Caritas diocesana, presso la banca Unicredit (agenzia di Spoleto), al seguente Iban: IT45M0200821804000104464843. Nella causale indicare “Terremoto Valnerina 2016”.

  • Comune di Norcia, Iban IT48M0631538580100000300005

Si possono effettuare donazioni dirette al Comune di Norcia, all’Iban IT48M0631538580100000300005 (istituto bancario Casse di risparmio dell’Umbria – ag. Norcia). Codice Swift per donazioni dall’estero: CRSPIT31010

  • Comune di Cascia, Iban IT37D0570438330000000134100

Il Comune di Cascia ha attivi due conti correnti su cui effettuare donazioni: Iban IT37D0570438330000000134100 conto esclusivamente dedicato alle donazioni pro-terremotati. Poi c’è l’iban IT39C0570438330000000000714 conto del Comune di Cascia, specificare causale: donazioni pro terremotati

  • Comune di Preci, Iban IT05L0570438580000000160000

Il Comune di Preci ha attivato un conto corrente per l’emergenza sisma. L’Iban è IT 05 L 05704 38580 0000 0016 0000, causale: evento sismico del 24/08/2016 e successivi. “E’ volontà dell’Amministrazione Comunale – viene spiegato – destinare i fondi raccolti attraverso le donazioni prioritariamente per le seguenti finalità: ripristino delle Aree di Protezione Civile nell’intero territorio comunale; aiuto per la ripresa delle attività commerciali”.

  • Comune di Monteleone di Spoleto per il progetto Villaggio Sicuro Iban IT94C0570473660000000200578

“Il Comune di Monteleone di Spoleto – spiega il sindaco Marisa Angelini – è inserito nel cratere sismico dal 24 agosto 2016. Il Progetto “Villaggio Sicuro” redatto già nel 2014 ,in conformità con il Piano di Protezione Civile del Comune di Monteleone di Spoleto, è stato ideato per dare risposte di protezione e assistenza alla popolazione del territorio durante gli eventi calamitosi e sismici. In tempo di pace esso risponde alle logiche del turismo itinerante. L’Amministrazione Comunale lancia una raccolta fondi perché si arrivi alla sua realizzazione e secondo il metodo Augustus sia un villaggio che attui la logistica per la piena tutela psicofisica della popolazione nella fase di emergenza, sia un luogo di ristoro e ritrovo per gli sfollati dalle proprie case nel momento dell’emergenza”. Causale “SISMA 2016” raccolta fondi “Villaggio Sicuro Monteleone di Spoleto” . IBAN: IT94C0570473660000000200578

  • Due i punti di raccolta di viveri e beni di prima necessità a Norcia

Vengono gestiti dal responsabile della protezione civile Valnerina Antonio Duca (cell. 3292985691) e da Emanuele Battilocchi (contatto Facebook Emanuele Lele – cell. 3285373941). C’è inoltre quello della Caritas diocesana

  • I punti di raccolta a Cascia vengono coordinati dal C.O.C.: 0743.76592 o 0743.750209

Il Comune di Cascia evidenzia che: “In questi giorni stanno giungendo da privati e associazioni offerte di beni in favore della nostra comunità. Chiunque venga interpellato per tali iniziative è invitato a fornire i contatti del Centro Operativo Comunale (COC), punto di riferimento per tutte le richieste di informazioni, di assistenza e per le donazioni. È fondamentale collaborare e coordinarsi per gestire l’emergenza e garantire sostegno a tutti. Contatti telefonici 0743/76592 0743/750209 E-Mail coc.cascia@gmail.com

  • A Spoleto la raccolta è effettuata a Madonna di Lugo, via Luigi Einaudi 49

A coordinare la raccolta è il gruppo I ragazzi del 50/A. Il centro di raccolta è situato nella zona industriale di Madonna di Lugo, vicino all’oleificio Costa d’Oro ed è attivo dal Lunedì al Venerdì seguendo questi orari: 9:00/12:00 – 15:00/18:00. Per tutte le informazioni: 3930120789 (Diego) o 3406468980 (Samuele).

C’è anche la raccolta di beni di prima necessità per le zone di Norcia e Cascia promossa dall’associazione di pubblica assistenza Stella d’Italia, sempre nella zona industriale di Madonna di Lugo, in via Gullotta 49, attiva dal lunedì al sabato dalle 8 alle 19.

  • Acquisto di prodotti locali.

Tante attività economiche a Norcia e nel resto della Valnerina hanno cercato di riprendere più o meno regolarmente il lavoro, utilizzando altri locali o addirittura mettendo in sicurezza alla bene e meglio le strutture danneggiate. C’è addirittura chi non ha mai chiuso nonostante siano inagibili numerosi locali. Il portale Valnerinaonline ha pubblicato un elenco in continuo aggiornamento e verificato delle attività economiche della zona da cui è possibile acquistare generi alimentari e non solo, sia attraverso l’acquisto in loco che attraverso spedizione. Per quanto riguarda Monteleone di Spoleto, l’amministrazione comunale fa sapere che le aziende dalle quali si può acquistare sono disponibili cliccando qui. Si consiglia di far affidamento ai canali ufficiali piuttosto che alle “catene” che circolano su social network e sui cellulari.

  • Ci sono poi i conti correnti attivati dalle singole associazioni, come le pro loco ed i gruppi di protezione civile:

Pro loco di Ancarano di Norcia, Iban IT32K0570438580000000151100 intestato a Pro loco Ancarano un aiuto per Ancarano – emergenza sisma 2016 (presso Banca popolare di Spoleto ag. di Norcia)

Pro loco San Pellegrino di Norcia, Iban IT78N0570438580000000140400 intestato a Pro San Pellegrino asd (presso Banca popolare di Spoleto ag. Norcia)

Comunanza agraria di Castelluccio di Norcia, Iban IT25N0631538580100000300006 causale: solidarietà sisma (presso Casse di risparmio dell’Umbria ag. Norcia)

Gruppo di Cascia volontari protezione civile Valnerina Iban IT72K0570438330000000002442 causale “acquisto automezzi e materiali” presso filiale Banca popolare di Spoleto Cascia

(aggiornato il 7 novembre)

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!