TerniEnergia, si dimette vicepresidente “Disaccordo su cessione asset”

TerniEnergia, si dimette vicepresidente “Disaccordo su cessione asset”

Società prende atto delle dimissioni di Gallazzi, alla base decisione di non avviare sin da ora un rafforzamento patrimoniale

share

Si è dimesso il vicepresidente di TerniEnergia per disaccordi sulle attuali politiche della società. Lo rende noto un comunicato stampa dell’azienda.

Il Consiglio di Amministrazione di TerniEnergia, società quotata sul mercato telematico azionario (MTA) di Borsa Italiana, riunitosi in data odierna, ha preso atto delle dimissioni rassegnate con efficacia immediata dal consigliere e vice-presidente della Società, dottor Giulio Gallazzi. Tale decisione è stata presa dal dott. Gallazzi ritenendo che una propria eventuale ulteriore permanenza nel Consiglio di amministrazione di TerniEnergia non avrebbe potuto più apportare valore aggiunto ai lavori consiliari, essendo in disaccordo con il percorso che la Società ha inteso intraprendere, privilegiando soluzioni volte ad una cessione degli assets di proprietà da combinarsi con accordi di ristrutturazione del debito bancario, posticipando un eventuale rafforzamento patrimoniale ad un secondo momento; azione, quest’ultima, ritenuta dal dott. Gallazzi, invece, essenziale e prioritaria rispetto ad ogni altra azione.

Il CDA di TerniEnergia, prendendo atto delle dimissioni irrevocabili, ha ringraziato Giulio Gallazzi per l’importante e positivo contributo prestato alla Società”.

share

Commenti

Stampa