Stupro dopo discoteca, l'aggressore condannato torna libero | L'avvocato "Credo nell'innocenza del mio assistito" - Tuttoggi

Stupro dopo discoteca, l’aggressore condannato torna libero | L’avvocato “Credo nell’innocenza del mio assistito”

Luca Biribanti

Stupro dopo discoteca, l’aggressore condannato torna libero | L’avvocato “Credo nell’innocenza del mio assistito”

Due anni e quattro mesi di reclusione, con sospensione della pena più una provvisionale di 15 mila euro la condanna decisa dal gip
Ven, 10/01/2020 - 07:47

Condividi su:


Stupro dopo discoteca, l’aggressore condannato torna libero | L’avvocato “Credo nell’innocenza del mio assistito”

Due anni e quattro mesi di reclusione con sospensione della pena, più una provvisionale di 15 mila euro. E’ questa la sentenza emessa dal gup del Tribunale di Terni, Simona Tordelli, nei confronti del 19enne ritenuto il responsabile dello stupro denunciato la scorsa estate da una 20enne ternana.

Secondo quanto ricostruito, nel 2019, il 30 giugno, il ragazzo avrebbe abusato della ragazza nell’area del parcheggio della discoteca estiva “Chico Mendes”, costringendola a un rapporto sessuale non voluto.

Stupro a Terni, ragazzo si difende davanti al gip “Era consenziente e ha voluto lei il rapporto”

In seguito alle indagini e alle decisioni del Tribunale del Riesame di Perugia, l’aggressore era finito agli arresti domiciliari, restrizione decaduta con la sentenza di ieri, che ha visto la sospensione della pena.

Stupro a Terni, presunto responsabile esce dal carcere

La misura può essere applicata ai giovani tra i 18 e i 21 anni che vengono condannati a una pena inferiore ai 2 anni e sei mesi (il pm Barbara Mazzullo aveva chiesto 3 anni e 4 mesi, ndr). È proprio questo il caso del 19enne che è tornato in libertà.

“Questa sentenza dovrebbe farmi piacerecommenta l’avvocato difensore dell’imputato Andrea Solini a TOma non sono soddisfatto, perché credo nell’innocenza del mio assistito. Ho grande stima del magistrato e rispetto la decisione, ma non la condivido. Credo che ci siano degli elementi che non collimano e sufficienti per un un ricorso. Aspetteremo i 15 giorni di tempo necessari per il deposito della sentenza e poi decideremo come procedere”.

Aggiungi un commento