Terni, pestaggio in strada | Giovane in ospedale, istituzioni valutano chiusura locali - Tuttoggi

Terni, pestaggio in strada | Giovane in ospedale, istituzioni valutano chiusura locali

Luca Biribanti

Terni, pestaggio in strada | Giovane in ospedale, istituzioni valutano chiusura locali

Tre risse nel giro di poche ore, giovani abusano di alcol
Dom, 24/05/2020 - 10:46

Condividi su:


Terni, pestaggio in strada | Giovane in ospedale, istituzioni valutano chiusura locali

Tre risse in poche ore, l’ultima questa notte, verso le 3 del mattino che è finita con un giovane finito in ospedale. Questo il bilancio temporaneo del post lockdown, con tutti gli episodi (le altre due risse erano avvenuto sui gradoni di largo Ottaviani) legati all’abuso di alcol.

I fatti

Sono stati i residenti di via Eugenio Chiesa a dare l’allarme alle forze dell’ordine: in molti sono stati svegliati da urla che provenivano dalla strada e, affacciandosi, hanno assistito al pestaggio di un ragazzo da parte di un gruppo di almeno tre persone. Sul posto convergono subito gli agenti della Questura e un equipaggio del 118.

Alla vista delle forze dell’ordine gli aggressori si dileguano, mentre il ragazzo rimane a terra soccorso dal personale sanitario del 118 e trasferito al Pronto Soccorso per le cure del caso.

Il sindaco

Sull’episodio è intervenuto il sindaco Leonardo Latini che è in costante contatto con le forze dell’ordine e, di ora in ora, sta seguendo il lento ritorno alla normalità della comunità ternana. Al vaglio c’è anche la possibilità di un ritorno alla chiusura dei locali se continueranno a verificarsi episodi simili, eventualità condivisa anche dal Questore Massucci che potrebbe applicare la chiusura temporanea dei locali per motivi di sicurezza.

Rissa di Perugia

Episodi di violenza si sono registrati anche in altre città umbre, in particolare nel centro di Perugia, dove la maxirissa dei giorni scorsi è finita agli ‘onori’ delle cronache nazionali e all’attenzione dei maggiori Tg. Il sindaco di Perugia, in seguito la grave episodio, ha deciso di limitare fino al 7 giugno la movida con la chiusura dalle ore 21 fino alle ore 06 del giorno successivo delle attività artigianali, delle attività commerciali in sede fissa e su aree pubbliche, delle attività di vendita a mezzo distributori automatici, nonché dei pubblici esercizi, operanti nella zona del centro storico e di Fontivegge. Stesso provvedimento adottato anche dal sindaco di Orvieto, Roberta Tardani, che ha limitato l’apertura dei locali nella città della rupe.


Condividi su: