Terni, Comune 'vende acqua' ad Acea | Manca numero legale in consiglio per votare atto - Tuttoggi

Terni, Comune ‘vende acqua’ ad Acea | Manca numero legale in consiglio per votare atto

Luca Biribanti

Terni, Comune ‘vende acqua’ ad Acea | Manca numero legale in consiglio per votare atto

Una 'vittoria' della minoranza e delle associazioni di cittadini
Mar, 10/12/2019 - 17:29

Condividi su:


Terni, Comune ‘vende acqua’ ad Acea | Manca numero legale in consiglio per votare atto

Con l’assenza di ben 4 consiglieri della maggioranza e con il badge alzato dei rappresentanti del gruppo Uniti per Terni e di Michele Rossi, è mancato il numero legale per il regolare svolgimento del consiglio comunale di oggi, assemblea che si sarebbe tenuta intorno a una delle questioni che, al momento, rappresentano una spina nel fianco della giunta Latini; la cessione del 15% delle quote Asm del comparto SII in favore di Umbriadue, controllata di Acea.

Già nei giorni scorsi c’era stata una grande mobilitazione civica, guidata dal Movimento No Inceneritori, che si è concretizzata nella significativa presenza di cittadini nell’aula consiliare di Palazzo Spada, riuniti per protestare contro la politica del Comune.

Terni, Comune vende quote del SII | Opposizione all’attacco

Dopo i due appelli del presidente Ferranti, il consiglio è stato sciolto per mancanza del numero legale, fatto mancare dalla maggioranza, dal gruppo Uniti per Terni e da Michele Rossi con l’assenza, fisica o ‘politica’, totale di ben 8 consiglieri.

Una ‘vittoria’ della minoranza e delle associazioni di cittadini che, alla fine, hanno visto realizzata la loro richiesta, cioè quello di fermare l’iter burocratico-politico che porterebbe Acea ad essere partner di maggioranza nell’azienda partecipata del Comune. Tutti chiedono ulteriore tempo per esaminare una procedura che potrebbe creare al Comune anche problemi contabili.


Condividi su:


Aggiungi un commento