Terni ‘caso’ mense | All Foods querela comitato genitori, ma il Gip li ‘assolve’

Terni ‘caso’ mense | All Foods querela comitato genitori, ma il Gip li ‘assolve’

Archiviata la posizione del Cosec, querelato per diffamazione

share

“Si richiede archiviazione degli atti, non potendosi sostenere eventuale idonea accusa in giudizio”così il Gip di Terni ha ‘assolto’ il comitato dei genitori del Cosec che erano stato querelati per ‘diffamazione’ dalla All Foods, per alcune presunte notizie diffamatorie diffuse da alcuni media locali il 7 aprile 2017.

Il rappresentante legale della società, Massimo Piacenti, si era sentito leso nella reputazione da quanto sostenuto dal Cosec, tanto che il 13 dello stesso mese è stata formalizzata la querela.

Questa mattina, a Palazzo Spada, il comitato dei genitori ha indetto una conferenza stampa,  nell’ambito della quale, l’avvocato Nicole Monte, legale difensore del Cosec, ha informato la stampa che il gip di Terni ha deciso di archiviare il caso (venerdì scorso, ndr) dopo le opportune indagini, e che il presunto reato di diffamazione non si è configurato.

“Secondo la querela, il Cosec avrebbe detto cose falseha spiegato il legaleperché è un gruppo politicizzato e avrebbe avuto l’obiettivo di far perdere l’appalto delle mense scolastiche a All Foods. Quando si sono rivolti a me – spiega ancora l’avvocato – ho consigliato di produrre una memoria difensiva e di aver fiducia nella magistratura. La Procura, dopo le opportune indagini e dopo aver analizzato la documentazione prodotta dal Cosec, ha riconosciuto che il comitato non è politicizzato e che ha agito nell’interesse dei bambini”.

L’occasione della conferenza stampa per la ‘vittoria legale’ è stata colta anche per fare un punto sul dissesto del Comune di Terni e su quel milione e 700mila euro di debiti fuori bilancio riconducibili a All Foods e Cns. Su questo punto, Luca D’Abramo (uno dei rappresentanti del Cosec) chiede lumi: “vogliamo la rendicontazione del debito e accertare se ci siano eventuali responsabilità della classe politica che ha portato il Comune al dissesto”.

Proprio sul dissesto convergono ora le preoccupazioni del comitato dei genitori, visto che con l’arrivo dei commissari, non solo tutte le aliquote schizzeranno al massimo, ma ci saranno anche inevitabili tagli ai servizi comunali; il loro impegno, secondo quanto riferito, sarà quello di evitare che i servizi di educazione subiscano i minori tagli possibile.

share

Commenti

Stampa