Terni, carabiniere ferito con colpo di pistola “Mai avuto paura, per noi è routine”

Terni, carabiniere ferito con colpo di pistola “Mai avuto paura, per noi è routine”

Parla Mario Palleschi, il militare ferito dal folle che seminato il panico in centro

share

È stato operato a un piede e ora sta meglio; il carabiniere del Norm in servizio alla stazione di Terni che venerdì scorso è rimasto ferito da un colpo di pistola nell’ambito di una colluttazione con uno squilibrato non ha fortunatamente riportato serie conseguenze in seguito al grave episodio del 19 giugno.

Mario Palleschi, in servizio a Terni dal 1996, ha concesso un’intervista all’Adnkronos, raccontando gli attimi più difficili dell’intervento alla rotatoria dove l’uomo di origine dominicana stava creando il panico sotto effetto di sostanze stupefacenti.

“Un proiettile mi ha passato da parte a parte l’alluce sinistroracconta Palleschi alla giornalista dell’AdnKronos Silvia Mancinellimentre un secondo si è conficcato nel piede destro. Con l’intervento sono riusciti a estrarlo, ora aspettiamo il post operatorio”. E’ tranquillo, “già addestrato come i suoi colleghi con un corso tecnico di intervento operativo”, spiega il colonnello Davide Rossi, comandante provinciale di Terni al suo fianco in ospedale, e assicura di non aver avuto mai paura.

“Vesto la divisa da 36 anni e mezzo – dice ancora all’Adnkronos l’appuntato scelto – quando ieri siamo arrivati sul posto con la pattuglia, gli animi erano già caldi. Siamo intervenuti per aiutare i poliziotti già sul posto a caricare in auto il giovane. A quel punto c’è stata una colluttazione. Ho sentito gli spari, uno dopo l’altro, ma credevo di esser stato colpito con un calcio. Ho continuato a fare quello che stavo facendo: è stato poco dopo che ho visto il piede che sanguinava. Mi sono avvicinato all’autoradio e ho chiamato i soccorsi. E’ andata bene, questa per noi è routine”.

 

share

Commenti

Stampa