Terni, bagarre Pd-Alessandrini su scuola | I dem "Assessore non ha chiarito un bel nulla" - Tuttoggi

Terni, bagarre Pd-Alessandrini su scuola | I dem “Assessore non ha chiarito un bel nulla”

Luca Biribanti

Terni, bagarre Pd-Alessandrini su scuola | I dem “Assessore non ha chiarito un bel nulla”

Spunta documento che testimonierebbe l’avvenuta comunicazione della conferenza
Lun, 08/10/2018 - 18:52

Condividi su:


Continua la bagarre politica tra il gruppo consiliare del Pd e l’assessore alla scuola Valeria Alessandrini sulla mancata presenza di quest’ultima alla conferenza di programmazione provinciale del piano scolastico.

L’assessore Alessandrini ha spiegato che l’errore è stato degli uffici scolastici, ma il Partito Democratico incalza, sostenendo che la Provincia ha dovuto decidere anche per conto del Comune per l’assenza di un suo rappresentante. Non solo. Il Pd accusa l’assessore di una ‘mossa sgradevole’, riferendosi al fatto che l’Alessandrini ha ‘picchiato duro’ contro i dipendenti degli uffici comunali, ipotizzando una presunta incompatibilità “che non hanno alcun riscontro normativo e legale” – scrive il Pd.

Secondo il gruppo dem, la ricevuta di avvenuta notifica tramite pec visibile nella foto, testimonierebbe che la convocazione è  indirizzata all’unico indirizzo del comune, comune.terni@postacert.umbria.it; al protocollo del Comune possono accedere tutti i consiglieri e assessori in ogni caso. In particolare, nell’allegato alla convocazione, c’è il documento di convocazione indirizzato a sindaco e giunta.

“Ribadiamo che l’assenza dell’assessore e del Comune di Terni ha tolto rappresentanza alle scuole ternane sottolineano Filipponi, Orsini e De Angelis costringendo la Provincia e l’ufficio scolastico provinciale a farsi carico delle decisioni da prendere per il territorio ternano. Decisioni comunque prese in piena concertazione con i dirigenti scolastici presenti, sottolineando una diversità di metodo  rispetto all’assessore. Ci risulta infatti che l’Alessandrini non abbia dato luogo ad alcuna forma di partecipazione con il mondo della scuola e in particolare i dirigenti, non abbia seguito le dovute procedure per trasmettere eventuali pareri che dovevano essere inviati alla Provincia, non abbia adottato atti amministrativi in tal senso.

La nota autoassolutoria dell’assessoreconcludono è oltremodo sgradevole perché vorrebbe  dettare persino presunte incompatibilità che non hanno alcun riscontro normativo e legale. E’ grave che un assessore comunale si senta nel dovere di determinare ruoli e funzioni di un altro ente. Il suo ruolo, anche all’interno del Comune di Terni, dovrebbe essere quello puramente di indirizzo politico lasciando gli aspetti gestionali ai tecnici che dovrebbero essere valutati per le loro capacità e competenze e non certo per le presunte idee politiche e per le eventuali amicizie personali”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!