Tavolo Blu in Regione, ma dopo la caccia è scontro anche sulla pesca

Tavolo Blu in Regione, ma dopo la caccia è scontro anche sulla pesca

Massimo Sbardella

Tavolo Blu in Regione, ma dopo la caccia è scontro anche sulla pesca

Mer, 08/09/2021 - 09:06

Condividi su:


Mercoledì la riunione della Consulta, le associazioni pronte ad abbandonare il Tavolo se non riceveranno risposte da Morroni

All’indomani del Tavolo sul cinghiale con cacciatori, Atc e agricoltori, l’assessore ha convocato la Consulta sulla pesca sportiva, il cosiddetto Tavolo Blu. La riunione è fissata per mercoledì 8 settembre alle 15, in videoconferenza.

Il resoconto della seduta
del Tavolo Blu

Emergenza cinghiale, novità sulle battute
I cacciatori non partecipano al tavolo per protesta

Alcune associazioni pronte a uscire per protesta

Una riunione alla quale, come accaduto appunto con le associazioni venatorie per il Tavolo sull’emergenza cinghiale, molte associazioni della pesca sportiva potrebbero non partecipare. Affidando a un portavoce (per la caccia era stato il presidente di Federcaccia Petturiti) il compito di ribadire all’assessore Morroni il motivo del malcontento. Che è sempre lo stesso lamentato per la caccia: le associazioni non vedono riconosciuto il proprio ruolo per un costruttivo confronto sulle decisioni da assumere e si lamenta lo strapotere dei tecnici, soprattutto di quelli di ispirazione ambientalista.

I nodi della pesca

Per la pesca le associazioni sportive avevano inviato nei mesi scorsi una nota all’assessore elencando una serie di problematiche da affrontare. A partire dalla rappresentanza in Consulta. E poi la questione della vigilanza, i tesserini, il contenimento di siluri e cormorani. Le modalità con cui avvengono le semine e i ripopolamenti non concordati. La vendita della trota fario e il progetto di sostituzione, nelle acque umbre, con la trota mediterranea. Problematiche su cui le associazioni della pesca sportiva non hanno avuto una riposta. E neanche, lamentano, la possibilità di confrontarsi.

“I problemi dei pescatori senza soluzione”:
l’ultimatum delle associazioni alla Regione

Da qui l’ultimatum che alcune di loro – non tutte intendono procedere allo strappo, anche se il malumore è praticamente comune – intendono inviare all’assessore Morroni: o si apre un dialogo fattivo con le associazioni sportive o queste non parteciperanno più agli incontri sulla pesca in cui si sentono mere comparse.

Pesca, novità tra i tecnici

Intanto, per quanto riguarda la compagine dei tecnici che si occupano della pesca – questione a cui le associazioni sportive sono particolarmente sensibili – sembrano profilarsi delle novità.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!