TARTUFI, DOTTORINI E BRUTTI (IDV) DEFINISCONO IRRICEVIBILE LA PROPOSTA DI MODIFICA ALLA LEGGE REGIONALE - Tuttoggi

TARTUFI, DOTTORINI E BRUTTI (IDV) DEFINISCONO IRRICEVIBILE LA PROPOSTA DI MODIFICA ALLA LEGGE REGIONALE

Redazione

TARTUFI, DOTTORINI E BRUTTI (IDV) DEFINISCONO IRRICEVIBILE LA PROPOSTA DI MODIFICA ALLA LEGGE REGIONALE

Sab, 26/03/2011 - 11:14

Condividi su:


“Una proposta sbagliata, priva di una condivisione con i cittadini e con le associazioni di settore, che tutela solamente una parte del territorio regionale e non tiene conto delle esigenze e delle specificità dell’intera tartuficultura regionale. Nel merito riteniamo che la proposta vada a peggiorare l’attuale legge regionale quadro sulla raccolta dei tartufi considerata una delle più avanzate d’Italia”.

Con queste parole Oliviero Dottorini, capogruppo dell’Italia dei Valori in Consiglio regionale, e Paolo Brutti, consigliere e regionale e segretario regionale dell’Italia dei Valori commentano la proposta di legge del consigliere Buconi (Socialisti) che va a modificare la legge regionale 28 del 1994 che disciplina la raccolta dei tartufi.
“La scelta più saggia sarebbe quella di soprassedere per attivare una reale partecipazione dei soggetti interessati – spiegano Dottorini e Brutti –. Ci sembra alquanto paradossale proporre modifiche contro tartufai e amanti della natura ad esclusivo vantaggio dei privati che sarebbero ulteriormente agevolati nelle recinzioni e nelle tabellazioni. Tutto ciò mentre dalle associazioni di settore giungono istanze che chiedono di far applicare la legge vigente e al tempo stesso di evitare cavilli burocratici e procedurali che avvantaggiano i grandi proprietari terrieri e in generale chi ha come unico interesse quello di tabellare il più possibile. La Regione deve tutelare l’ambiente e il pubblico interesse dei cercatori di tartufi così come dei raccoglitori di asparagi o altri prodotti della natura – continuano gli esponenti dell’Italia dei Valori -. Se la proposta in discussione in seconda commissione venisse approvata così com’è, a essere penalizzata sarebbe la libera ricerca del tartufo al solo vantaggio dei privati proprietari terrieri. Il rischio è che per la legittima aspirazione di tutelare la specificità del territorio di Norcia venga compromessa l’intera filiera regionale della tartuficoltura”.
“Il ruolo dei cercatori di tartufi – ricordano Dottorini e Brutti – è riconosciuto dalla legge vigente come sociale e di salvaguardia dell’ambiente, nonché di tutela paesaggistica del nostro territorio montano, e nel corso degli anni ha contribuito a sviluppare nell’intero territorio regionale un tessuto economico e turistico che ha la propria forza sulla libera ricerca del tartufo. Per questo a nostro avviso la proposta Buconi deve essere radicalmente rivista proprio perché non tutela i principi ispiratori di una legge che tende a tutelare gli obiettivi di pubblico interesse e a limitare l’uso privatistico di una risorsa fondamentale per l’economia della nostra regione e per gli interessi dei cittadini. La legge quadro del ‘94 va invece applicata in tutte le sue parti e dovranno essere scrupolosamente controllate anche le commissioni per il rilascio dei permessi per tabellare, garantendo la giusta trasparenza e la pubblica visura dei documenti da parte della associazioni di categoria che ogni anno versano centinaia di migliaia di euro nelle casse delle Comunità montane”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!