Successo degli Ecocompattatori a Todi, nella prima settimana conferite 13mila bottiglie di plastica

Successo degli Ecocompattatori a Todi, nella prima settimana conferite 13mila bottiglie di plastica

I tuderti apprezzano i due piccoli apparecchi | Proiettate su base annua, si stimano 700mila bottiglie riciclate, equivalenti a 200 quintali di plastica

share

Partenza col botto per gli eco-compattatori. Nella prima settimana i tuderti hanno conferito 13mila bottiglie di plastica nella prima settimana di funzionamento. Che, proiettate su base annua, fanno qualcosa come 700mila bottiglie riciclate, equivalenti a 200 quintali di plastica. Con soltanto due, piccoli apparecchi.

Sono questi i numeri di un successo che va ben oltre le più rosee aspettative, fornendo un primissimo bilancio dell’installazione a Todi dei due eco-compattatori per la raccolta degli imballaggi in plastica e metallo, posizionati presso il parcheggio della Scuola Secondaria di primo grado “Cocchi-Osta” e presso il parcheggio retrostante il centro commerciale “Il ponte”, a Ponterio. Nella fattispecie, presso il primo sono arrivate oltre 5mila bottiglie, presso il secondo circa 7mila.

Gli eco-compattatori sono macchine dove conferire gli imballaggi domestici post consumo come bottiglie in plastica (PET), flaconi di detersivi (PE – HD), lattine e barattolame (ALLUMINIO) che vengono selezionati e di cui viene ridotto il volume, a fronte di un riconoscimento di buoni spesa validi presso le attività commerciali convenzionate, incrementando così la promozione dell’educazione ambientale, anche attraverso la fattiva sinergia tra varie realtà economiche e sociali impegnate nella crescita del territorio. Tutto il materiale raccolto sarà avviato a recupero e valorizzato tramite le filiere del consorzio CONAI per il recupero degli imballaggi.

Gli eco-compattatori in alcuni momenti hanno cessato di funzionare perché troppo pieni. Visto il successo di un progetto che si iscrive pienamente nelle politiche di attenzione all’ambiente, l’Amministrazione si impegnerà ad adeguare il servizio ad una richiesta che ha fatto registrare numeri da record.

Foto repertorio TO

 

share

Commenti

Stampa