Studentessa caduta dal balcone, ore decisive: si tenta il risveglio

Studentessa caduta dal balcone, ore decisive: si tenta il risveglio

L’arrivo dei familiari a Perugia e la vicinanza dei medici, “vi siamo grati”


share

Secondo i medici della Rianimazione del Santa Maria della Misericordia, quella  di oggi venerdì 17 Luglio è una giornata significativa per le condizioni della ragazza americana caduta da una  finestra martedì notte a Perugia. Infatti, se  il monitoraggio dei parametri vitali darà determinati risultati, entro   domani  potrebbero  tentare  il risveglio della giovane che è intubata  e sedata dal suo arrivo in Ospedale, dopo il terribile incidente.

STUEDENTESSA USA PRECIPITA DA BALCONE, GRAVISSIMA

Le condizioni vengono definite, in una nota dell’ufficio stampa dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, “ stabili”, come soddisfacente è  risultato l’esito  degli esami strumentali  eseguiti dopo i lunghi e  complessi  interventi chirurgici  di mercoledì.

Giovedì sera sono arrivati  a Perugia, il papà e il fratello della ragazza. Per loro era pronto  un taxi al loro arrivo all’aeroporto  S. Francesco di Assisi.  Ad attenderli l’insegnante di italiano che guida il gruppo di studenti americani e che ha seguito la complessa fase di comunicazione con la famiglia, stazionando sempre in Ospedale. Arrivati in Rianimazione, accolti dal Dottor Paolo Iorio,  papà e fratello hanno voluto abbracciare uno ad uno, in segno di gratitudine,  medici e personale infermieristico, una  scena di grande emotività, che ha rafforzato  nei familiari la convinzione  che “la ragazza è affidata alle cure di sanitari straordinari”, ha spiegato l’insegnante, “mi è bastato poco per rendermi  conto  della grande professionalità ed umanità del personale della Rianimazione  di Perugia e puntualmente me ho  riferito  ai familiari. Per loro è stato un motivo di grande conforto , ma adesso  chiediamo il rispetto della privacy, pur comprendendo le esigenze dei media. Mio tramite i familiari intendono ringraziare quanti in Ospedale hanno dedicato tutta la loro professionalità per curare la paziente”.

share

Commenti

Stampa