Spoleto, l’agente scomparso forse visto in un bar | Sarebbe in buone condizioni fisiche

Spoleto, l’agente scomparso forse visto in un bar | Sarebbe in buone condizioni fisiche

Si tratta con ogni probabilità di un allontanamento volontario, restano da capire i motivi

share

Cresce, con il passare delle ore, la convinzione che lo spoletino di 44 anni, agente di Polizia Penitenziaria in servizio presso il carcere di Maiano, si sia allontanato di casa volontariamente per passare qualche giorno solo con sé stesso. Domenica sarebbe stato visto infatti in un bar del comprensorio: un avventore afferma di averlo anche fotografato col suo smartphone. L’uomo si sarebbe però fermato solo pochi minuti. All’arrivo dei Carabinieri, allertati dai clienti del bar, si era già dileguato.

A quanto si apprende da fonti investigative, comunque, il ragazzo sta bene e il suo allontanamento non farebbe presagire nulla di preoccupante anche se restano da sciogliere due nodi: perché è partito senza avvisare nessuno e quando ha intenzione di tornare a casa dai suoi cari. Erano stati loro, qualche giorno fa, a denunciare la sua scomparsa ai Carabinieri della Compagnia di Spoleto. I quali, dopo il ritrovamento dell’auto nella zona di Uncinano, avevano iniziato le ricerche. Il bar in cui sarebbe stato avvistato non è lontano dalla frazione.

Articolo precedente

Spoleto, scomparso agente della penitenziaria: auto trovata a Uncinano

share

Commenti

Stampa