Spoleto, comitato disoccupati e precari incontra il sindaco - Tuttoggi

Spoleto, comitato disoccupati e precari incontra il sindaco

Redazione

Spoleto, comitato disoccupati e precari incontra il sindaco

Al centro del dibattito ex Pozzi ma anche piscina, sostegno al reddito e categorie protette
Sab, 02/07/2016 - 17:47

Condividi su:


Una delegazione del “Comitato disoccupati e precari di Spoleto”, il giorno 29 giugno ha incontrato il Sindaco Cardarelli sulle tematiche legate alla disoccupazione e alla precarietà economica / sociale che affliggono tanti concittadini. In particolare, nella riunione il Comitato ha inoltrato le seguenti richieste alle quali fanno seguito le relative risposte e posizioni del Sindaco:

  • convocazione a settembre di un Consiglio comunale aperto a tutta la cittadinanza su tutte le vertenze di lavoro nel territorio e sulle problematiche occupazionali.
  • impegno diretto per il coordinamento delle Istituzioni interessate, al fine di giungere ad una soluzione della vertenza IMS-IF (ex Pozzi) ed alla riapertura della fabbrica stessa;
  • intervento sull’attuale gestione della piscina comunale, per l’assunzione di tutti i lavoratori della precedente cooperativa;
  • mappatura della situazione occupazionale nel territorio spoletino, potenziamento e utilizzo dello “sportello per l’impiego” per informazioni lavorative al servizio di chi cerca occupazione, creazione di un osservatorio indipendente dei cittadini disoccupati; ritiro della vendita dei Beni Comunali mettendoli a disposizione per progetti di cooperative di disoccupati;
  • blocco sostanziale degli sfratti, locazione degli appartamenti sfitti con canone equiparato alle case popolari, dignitosa sistemazione dei senzatetto;
  • concessione del “reddito indiretto” attraverso l’erogazione di beni e servizi (trasporti urbani, assistenze mediche, studi e formazione) gratuiti/agevolati ai residenti e non residenti che si trovano al di sotto della soglia di povertà;
  • approvazione di una delibera comunale che sancisca il diritto ad un sostegno minimo al reddito;
  • vigilanza presso le aziende per il rispetto delle quote per le “categorie protette”.

Per quanto concerne la ex- Pozzi, il Sindaco ha espresso preoccupazione per le sorti dell’azienda, accettando di coordinare gli interventi di tutte le Istituzioni e dei parlamentari del territorio, informando periodicamente la RSU aziendale; durante la riunione è intercorso l’aggiornamento delle proposte di interesse per la IMS-IF con il dirigente regionale che segue la vertenza. Il Sindaco si è impegnato a verificare anche quanto promesso riguardo alla salvaguardia dei diritti dei lavoratori della precedente gestione della piscina. Ha poi assicurato che interloquirà con la Regione per migliorare il servizio per chi cerca lavoro condividendo la realizzazione dell’osservatorio indipendente dei disoccupati.

Il Comune, è stato spiegato durante l’incontro, si sta adoperando per tamponare l’emergenza abitativa anche richiedendo alla Regione maggiori finanziamenti destinati a tale scopo e impegnandosi a consegnare abitazioni quasi terminate agli aventi diritto; in riferimento ai senzatetto, esiste una struttura di accoglienza presso P.zza Garibaldi in grado di ospitare 6 persone. Il Sindaco, pur condividendo il riconoscimento ad un sostegno al reddito, ha riferito che il trasferimento di fondi finalizzati allo scopo è decisamente esiguo; ci sono contributi solo per i trasporti scolastici.

Cardarelli ha poi informato che il Comune ha incaricato un dirigente per la gestione di fondi europei in grado di offrire anche consulenze per progetti lavorativi. Il Sindaco ha accettato la richiesta del Comitato per la convocazione, a settembre, di un Consiglio comunale aperto a tutti i cittadini su tutte le vertenze di lavoro nel territorio e sulle problematiche occupazionali. Inoltre, il Sindaco ha garantito un incontro, dopo ferragosto, per un aggiornamento in merito all’ esito delle richieste, anche con la presenza di un Dirigente competente.

Il Comitato registra che il Sindaco si è impegnato ad esercitare fino in fondo le proprie funzioni per affrontare il problema occupazionale a Spoleto (compreso il controllo presso le aziende per il rispetto delle quote delle “categorie protette”). Il Comitato vigilerà affinché le promesse siano mantenute e ribadisce la necessità di conseguire risultati concreti promuovendo ogni iniziativa necessaria a ottenere quanto richiesto.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!