SPOLETINA TRASPORTI: LETTERA APERTA DEL CDA AI DIPENDENTI E ALLA CITTA' - Tuttoggi.info

SPOLETINA TRASPORTI: LETTERA APERTA DEL CDA AI DIPENDENTI E ALLA CITTA'

Redazione

SPOLETINA TRASPORTI: LETTERA APERTA DEL CDA AI DIPENDENTI E ALLA CITTA'

Lun, 12/01/2009 - 19:07

Condividi su:


di Giancarlo Tulipani, Andrea Orlandi e Onelio Gasperini (*)

“All'inizio del nuovo anno il Consiglio di Amministrazione desidera rivolgere un cordiale e caloroso saluto ben augurale a tutti i dipendenti ed alle loro famiglie. Ci lasciamo alle spalle un anno particolarmente denso di difficoltà, difficoltà che vanno inquadrate nel più ampio contesto che nel 2008 tutte le Aziende di T.P.L. si sono trovate di fronte.

Infatti, nonostante gli sforzi per ridurre i costi, continuando a garantirne l'efficienza, esse, per l'anno appena concluso, non potranno che registrare perdite di esercizio. La causa prima di tale situazione è riconducibile all'accentuarsi del divario tra lo stanziamento del Fondo Regionale Trasporti (che risente, ovviamente, delle ben note difficoltà di carattere più ampio in cui versa il Paese) e l'andamento della variazione dell'inflazione generale ed in particolare di quella del settore (notoriamente molto più elevata della prima), nonché al divario crescente tra costi e ricavi.

Quest'ultimo fenomeno, in particolare, è l'elemento che determina per S.S.I.T. Gestione S.p.A. la particolare situazione di un proporzionale maggior disavanzo rispetto alle altre Aziende.

Mentre, infatti, sul fronte dei costi di gestione le tre Aziende marciano, grosso modo, con lo stesso parametro, oscillante tra i 2,5 ed i 2,7 euro/km, per quanto riguarda gli introiti da bigliettazione si va da circa 1 euro/km per l'APM, a circa 0,60 euro/km per l'ATC, per scendere a 0,36 euro/km per la nostra Azienda (ciò a causa del basso indice di densità abitativa – appena 66 abitanti per kmq contro i 96 della media regionale).

Considerato che il corrispettivo chilometrico che le Aziende ricevono è pressoché identico, è facile calcolare che nel nostro territorio (Bacino di Traffico n. 2), introitando 0,44 euro/km in meno rispetto alla media regionale (0,80 euro/km) e percorrendo circa 5.700.000 km/anno, si ha bisogno di un ulteriore stanziamento di 2.000.000 di euro per riportare la situazione agli stessi livelli delle entrate degli altri territori: e ciò consentirebbe il pareggio di gestione.

Questo ulteriore stanziamento, sulla cui necessità si sono pronunciati nelle rispettive sedi istituzionali anche i nostri Soci, è ormai non più rinviabile: non solo per dare tranquillità gestionale a chi deve assicurare su un territorio così difficile e particolare il trasporto pubblico, ma anche perché la nostra realtà territoriale possa entrare nella Holding a testa alta, senza l'handicap determinato dalle oggettive difficoltà rappresentate dalle sue caratteristiche fisiche, geografiche ed abitative.

L'universo italiano ed europeo del trasporto pubblico, nell'affrontare le medesime difficoltà, si sta muovendo attraverso processi di aggregazione societaria che porteranno, in breve, alla creazione di poche e strutturate aziende. Le Istituzioni e le aziende di T.P.L. dell'Umbria hanno scelto di competere all'interno di questo scenario con la creazione di un'unica Holding regionale per il trasporto pubblico.

La Holding, con il suo processo di aggregazione delle Aziende, porterà sicuramente una razionalizzazione dei servizi e della loro organizzazione, con conseguenti risparmi di gestione, ma dovrà tener conto della impellente esigenza del nostro territorio di disporre delle ulteriori risorse sopra descritte.

Per quanto attiene alle procedure per la costituzione della Holding, è proprio recentissima la riunione indetta dalla Regione con tutti i soggetti pubblici, ai quali fanno capo il Capitale Sociale delle Aziende di trasporto, nella quale si sono fissate le strategie, le procedure e le tappe temporali per la sua realizzazione: una procedura certamente complessa e che, secondo quanto stabilito nella ricordata riunione, deve concludere il proprio iter il 31 dicembre 2009, anche per quanto riguarda la fase gestionale, dopo aver proceduto alla formale costituzione della Holding entro il 15 aprile 2009.

Il Consiglio di Amministrazione ha, pertanto, davanti settimane di intenso lavoro e di questioni non certo secondarie che devono essere affrontate e risolte, a cominciare da quelle relative al mantenimento dei livelli occupazionali e delle operatività locali che dovranno comunque essere garantite.

Le problematiche riguardanti le risorse umane, sulle quali l'Azienda è cresciuta, si è sviluppata e si mantiene nonostante le difficoltà, sono state sempre al centro dell'attenzione del Consiglio di Amministrazione.

Né ci preoccupano più di tanto, al di là della denuncia della strumentalizzazione e della necessaria e doverosa tutela del marchio aziendale e della dignità personale degli Amministratori, quanto, purtroppo, sta accadendo con ricorrenze cicliche nel Consiglio Comunale di Spoleto dove alcuni Consiglieri sembrano dar sfogo e risalto a volantini anonimi che denunciano presunti stati di tensione tra il Consiglio di Amministrazione e qualche dipendente.

Infatti, chi, nascondendosi dietro l'anonimato sembra denunciare presunti torti subiti da qualcuno, dimentica (volutamente?) che l'Azienda ha trattato sempre tutti i dipendenti con gli stessi parametri oggettivi, anche quando qualcuno era reduce dall'aver subito un provvedimento disciplinare non di poco conto e magari (per ripicca?) aveva cercato di intentare una causa di fronte al Giudice del Lavoro per presunti torti mai subiti.

Non saranno questi sporadici episodi, per quanto spiacevoli, a distoglierci dal nostro impegno quotidiano, che oggi andrà ancor più accentuato in vista delle scadenze sopra ricordate.

L'apporto che tutti i dipendenti hanno dato attraverso le loro Organizzazioni Sindacali e le loro rappresentanze democraticamente elette, è stato prezioso: ora che necessariamente il confronto si farà ancora più serrato il Consiglio di Amministrazione auspica l'apporto di tutti per la definizione delle strategie e degli obiettivi che dovranno caratterizzare la presenza della S.S.I.T., delle sue maestranze, delle sue tradizioni, all'interno della costituenda Holding regionale. Buon Anno”.

(*) Consiglio di Amministrazione SSIT


Condividi su:


ACCEDI ALLA COMMUNITY
Leggi le Notizie senza pubblicità
ABBONATI
Scopri le Opportunità riservate alla Community
necrologi_spoleto

L'associazione culturale TuttOggi è stata premiata con un importo di 25.000 euro dal Fondo a Supporto del Giornalismo Europeo - COVID-19, durante la crisi pandemica, a sostegno della realizzazione del progetto TO_3COMM

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!


    trueCliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

    "Innovare
    è inventare il domani
    con quello che abbiamo oggi"

    Grazie per il tuo interesse.
    A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!