Spello, discariche abusive ai piedi del Monte Subasio | La denuncia di M5S - Tuttoggi

Spello, discariche abusive ai piedi del Monte Subasio | La denuncia di M5S

Redazione

Spello, discariche abusive ai piedi del Monte Subasio | La denuncia di M5S

I gruppi consiliari e regionali, "Inciviltà senza confini, senza controlli e sanzioni"
Dom, 26/03/2017 - 15:59

Condividi su:


Sono purtroppo tante, troppe le segnalazioni di discariche abusive sull’intero territorio regionale e persino in aree che si pensa e spera essere  particolarmente integre, come quelle ai piedi del Monte Subasio e nella zona di Spello. Di oggi la denuncia pubblica del M5S su alcune situazioni preoccupanti e protratte nel tempo in zone ad alto profilo paesaggistico e turistico come quelle sopra segnalate.

“Una cerchia, fortunatamente ristretta, di persone- si legge in una nota alla stampa del M5S- riesce a distruggere l’ambiente e l’immagine delle nostre bellissime terre attraverso l’abbandono indiscriminato dei rifiuti. Il rifiuto abbandonato è di ogni genere, elettrodomestici, gomme per auto, materiali edili, compresa l’eternit, con immancabili sacchetti di immondizia.”

“Sebbene l’amministrazione di Spello– prosegue la nota del Movimento- per mezzo della Polizia Municipale, abbia affermato di aver attivato da oltre un paio di anni i controlli non visibili in determinate zone considerate a rischio, tra cui quella in località Vallegloria Vecchio, attorno all’antico monastero locale, a seguito di segnalazioni e conseguenti sopralluoghi, i Gruppi Consiliari del Movimento 5 Stelle del Comune di Spello e Regione Umbria, hanno potuto constatare il perpetrarsi dell’abbandono dei rifiuti principalmente nella zona anzidetta e lungo la SP249, nei pressi di Collepino. Com’è possibile?”

“È vero che il senso civico e il rispetto per l’ambiente sono carenti in alcuni– conclude la nota dei pentastellati- ma è altrettanto doveroso rilevare che la politica è distratta e i controlli sono del tutto insoddisfacenti, abbinati all’assenza di pugno duro nei confronti dei trasgressori, nonostante la vigenza di sanzioni amministrative e penali. Che, infatti, restano solo sulla carta”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!