Spara alla sorella e al fidanzato, convalidato l'arresto: il 40enne rimane in carcere - Tuttoggi

Spara alla sorella e al fidanzato, convalidato l’arresto: il 40enne rimane in carcere

Sara Fratepietro

Spara alla sorella e al fidanzato, convalidato l’arresto: il 40enne rimane in carcere

Il quarantenne accusato del tentato omicidio della sorella e di lesioni aggravate verso il suo fidanzato si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al gip
Lun, 20/01/2020 - 15:54

Condividi su:


Convalidato l’arresto nei confronti del quarantenne di Marsciano che giovedì sera ha sparato alla sorella ed al fidanzato di lei, ferendoli in modo serio. L’uomo, che era stato arrestato per tentato omicidio aggravato e lesioni personali aggravate, si trova al carcere di Spoleto.

Questa mattina è comparso davanti al gip del tribunale spoletino Paolo Mariotti, alla presenza dei suoi difensori, gli avvocati Marco Ricci e Gaetano Figoli. Il quarantenne ha però preferito non rispondere alle domande del giudice, avvalendosi della facoltà di non rispondere nell’udienza di convalida dell’arresto. L’uomo è quindi tornato in carcere.

Spara alla sorella e al fidanzato, lei è gravissima | Arrestato 40enne

Rimangono ufficialmente quindi ignoti i motivi che hanno spinto il marscianese ad imbracciare il suo fucile (regolarmente detenuto) ed esplodere alcuni colpi in direzione della sorella, ferendola in modo gravissimo, e colpendo alle gambe anche il suo fidanzato. Il tutto al termine di una violenta lite tra i due congiunti.

Voci di paese parlano di rapporti tesi tra i due e litigi che andrebbero avanti da tempo. Una situazione che giovedì sera è degenerata fino al punto di portare il quarantenne a usare il fucile contro sua sorella. Un’azione che sarebbe stata comunque istintiva secondo il sostituto procuratore della Repubblica di Spoleto Patrizia Mattei che coordina le indagini e che non contesta all’uomo la premeditazione del reato.

Intanto oggi pomeriggio i militari del reparto scientifico sono tornati nella casa di San Valentino della Collina dove sono stati esplosi gli spari per nuovi rilievi utili alle indagini.

(Aggiornato alle 18.30)

Foto Marco Baldoni

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!