Spaccio: Sei arresti tra Elce e Corciano / Tra i boschi a fare da "palo" ai pusher un pit bull addestrato - Tuttoggi

Spaccio: Sei arresti tra Elce e Corciano / Tra i boschi a fare da “palo” ai pusher un pit bull addestrato

Redazione

Spaccio: Sei arresti tra Elce e Corciano / Tra i boschi a fare da “palo” ai pusher un pit bull addestrato

Sab, 28/09/2013 - 15:29

Condividi su:


Altro duro colpo, l’ennesimo, inferto dai Carabinieri di Perugia agli ambienti della malavita collegati al mondo della droga. Sei arresti in due distinte operazioni da parte dei carabinieri di Perugia e Assisi, tutti compiuti nel territorio di Perugia.

Elce. Nel corso della notte appena trascorsa, al termine di prolungato servizio di osservazione, controllo e pedinamento, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, O.Y., D.H. e R. H., cittadini tunisini, rispettivamente di 26, 29 e 33 anni, domiciliati a Perugia, nullafacenti (o per lo meno privi di attività lecita), già noti alle forze dell’ordine ed alle locali cronache giudiziarie, responsabili, in concorso, del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’arresto è scaturito a seguito di una vigile attività di osservazione dei movimenti dei sospettati che, grazie anche alla fattiva collaborazione dei residenti. I tre nella loro abitazione nel quartiere perugino di Elce e nelle immediate relative pertinenze esterne, ricevevano i “clienti” noti ai militari quali assuntori abituali di sostanze stupefacenti. A quel punto i carabinieri hanno deciso d’intervenire facendo irruzione nell’appartamento, approfittando di uno dei momenti in cui uno dei tre stava uscendo dall’abitazione “carico di merce” per rifornire alcuni avventori. A seguito della perquisizione personale e domiciliare, i tre tunisini sono stati trovati in possesso di otto involucri termosaldati contenenti complessivi 7 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina, già pronti per lo smercio, unitamente a due telefoni cellulari utilizzati per “agganciare” i clienti della piazza locale e mantenere con costoro costanti contatti, un bilancino di precisione, materiale per il taglio ed il confezionamento, nonché la somma di 300euro, frutto dell’attività delittuosa. Gli arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati trasferiti nel carcere di Perugia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Corciano. Personale della Stazione Carabinieri di Bastia Umbra hanno tratto in arresto tre cittadini italiani accusati del reato di concorso in detenzione ai fini di spaccio di “eroina”. Seguendo la pista di alcuni assuntori i militari sono riusciti ad individuare la piazza dello spaccio nel comune di Corciano dove i tre fermati rifornivano di stupefacenti numerosi assuntori provenienti da tutto l’hinterland perugino. Al fine di agire indisturbati nella illecita attività, uno di loro si avvaleva del controllo operato da un grosso cane di razza pit bull, appositamente utilizzato per sorvegliare che nessun appartenente delle Forze dell’ordine si avvicinasse alla fitta boscaglia dove materialmente aveva luogo la cessione delle dosi di droga. Il bilancio dell’attività è di tre arresti e di altrettante persone segnalate alla competente Prefettura in qualità di assuntori di sostanze stupefacenti. primi, dovranno rispondere nella mattinata odierna davanti al Giudice dell’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacente.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!