Sir perfetta: la Lube demolita 3-0

Sir perfetta: la Lube demolita 3-0

Gara1 scudetto senza storia al PalaBarton | I Block Devils alzano il muro su Juantorena e soci


share

Una Sir perfetta demolisce la Lube Civitanova in gara1 della finale playoff. Al solito attacco stellare questa volta i Block Devils uniscono una grande difesa e non c’è partita.

Il primo punto è per Civitanova e arriva da una chiamata del video check. I Block Devils non si scompongono e rispondono subito con un ace di Podrascanin. Perugia prova a scappare, ma gli ospiti si riportano sotto. Ma un attacco poderoso di Leon e un doppio errore di Sokolov (il secondo in realtà è un muro insuperabile di Podrascanin) consentono alla Sir di portarsi a +4.

De Cecco serve una veloce da favola per Lanza, poi Leon buca il campo di Civitanova: 11-6. Il PalaBarton esplode quando viene murato Juantorena. E il muro dei Block Devils si alza ancora su Simon. Perugia ha alzato la difesa: 13-6. De Giorgi è costretto a giocarsi il secondo timeout per indicare la strada ai suoi, in evidente difficoltà.

Un primo tempo di Podrascanin riporta Perugia a +7. Ora le due squadre forzano le giocate e sbagliano, ma questo consente a Perugia di mantenere 8 punti di vantaggio. Podrascanin alaza ancora il muro per il punto del 19-10. I ragazzi di Bernardi sembrano aver migliorato la fase difensiva dopo il grande spavento contro Modena.

Entra Hoag, il Gladiatore della semifinale contro i canarini e piazza subito un ace. Un attacco di Lanza porta Perugia a +11. Partenza pazzesca della Sir! Juantorena prima viene perforato da Atanasijevic, poi viene murato da Lanza. Perugia ha 12 palle set. Ma la palla di Juantorena dai 9 metri finisce fuori e la Sir chiude il primo set 25-13.

Il secondo set si apre ancora con un punto per gli ospiti, a cui risponde Ricci. Spettacolare lo scambio che vale il sorpasso, chiuso da Leon, dopo due splendide difese da una parte e dall’altra. La Lube si riporta avanti: la squadra ospite ha iniziato questo set con un altro passo. Ora Civitanova difende bene e cercando le mani del muro si porta a +3 (3-6). Ma Perugia trova subito il pari (6-6) con Ricci in battuta. Con un po’ di fortuna il nastro consegna alla Sir la palla del sorpasso.

L’ace di De Cecco fa esplodere i Sirmaniaci e tutto il PalaBarton colorato di bianco. Un errore della Lube consente a Perugia di tentare la fuga (+3). Una trattenuta fischiata a Lanza annulla una grande giocata in difesa della Sir. Ma i Block Devils continuano a macinare gioco. E Bernardi continua a predicare ai suoi calma. Anche perché Civitanova, a differenza di quanto visto nel primo set, resta incollata alla Sir, anche se continua a sbagliare molto dai 9 metri. Con Ricci in battuta la Sir trova il +6 (18-12). E De Giorgi chiama il suo secondo timeout.

Entra Hoag e fa un altro ace. Incredibile! Sull’errore di Sokolov Perugia sale a +9. Podrascanin, davvero strepitoso questa sera, mette a terra il punto del 23-13. Sokolov attacca ancora fuori: ci sono 10 palle set per Perugia. Juantorena trova l’ace, Civitanova annulla 3 set ball e Bernardi chiama il timeout: non vuole un calo di tensione dai suoi ragazzi, anche per non dare morale agli avversari. Ma Leon la chiude sul 25-18: ancora un set dominato dalla Sir.

Nel terzo set Sokolov continua a sbagliare e Perugia va subito sul +2. La Lube trova il pari con l’errore di Lanza. Perugia si riporta a +2. Piccolo vantaggio che mantiene tra errori da una parte e dall’altra. Il muro di Atanasijevic porta la Sir a +3: il PalaBarton suona il clacson del tir che ha travolto Simon. La Sir arriva a +4 e De Giorgio chiama timeout.

Lanza buca il muro sull’ottima palla di De Cecco e Perugia resta a +4. Civitanova si gioca entrambi i videocheck con la Sir a +6. Gli ospiti sono letteralmente in balia dei Block Devils. Magnum e Leon attaccano come vogliono. Dopo l’errore in battuta di Leon (21-16) Bernardi chiama il timeout.

Sul 22-16 il mister fa entrare Hoag, che mette in difficoltà ancora una volta le ricezione ospite e consente a Lanza di metterla giù. Podrascanin consegna alla Sir 7 palle match. L’ennesimo errore dai 9 metri della Lube decreta la vittoria della Sir: 3-0.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – LUBE CIVITANOVA 3-0 (25-13, 25-18, 25-18)

share

Commenti

Stampa