Separazione consensuale tra il rione Pugilli e Michelangelo Fondi - Tuttoggi

Separazione consensuale tra il rione Pugilli e Michelangelo Fondi

Redazione

Separazione consensuale tra il rione Pugilli e Michelangelo Fondi

Gio, 31/10/2013 - 13:31

Condividi su:


E’ durato poco meno di un anno il rapporto tra il rione Pugilli ed il giovane fantino folignate Michelangelo Fondi, che era approdato in via Mentana per vestire la casacca bianconera lasciata da Lorenzo Paci, a sua volta passato all’ombra del gelso del rione La Mora. Quello tra l’ormai ex portacolori puellaro e la contrada dell’aquila nera, si potrebbe definire un divorzio consensuale, consumato senza strappi e particolari tensioni. La decisione è stata presa nel corso dell’ultimo consiglio rionale, che ha pure scelto di svincolarlo all’occorrenza senza problemi. Michelangelo Fondi aveva debuttato come ‘Moro’ nel giugno di quest’anno in sella a Niver di San Jore, un ritorno in pista dopo l’esordio al campo de li giochi nel giugno del 2007 come ‘Generoso’ de La Mora e poi nel 2009 come Ardito del rione Badia. Nella giostra della sfida, il cavaliere ventiseienne scivolò al penultimo posto, dopo aver abbattuto due bandierine nel corso della prima tornata. E non è andata meglio la rivincita di settembre, ancora una volta nono piazzamento, in sella a Gurudev, per aver mancato due anelli da sei centimetri nella seconda tornata. E così è il rione Pugilli a muovere la prima pedina in vista dell’edizione 2014 lasciandosi alle spalle un quattrocentennale un po’ sottotono. Nessuno si sbilancia sulla scelta del nuovo cavaliere puellaro, ma sembra che in pool position ci siano due papabili. Il giovanissimo Pierluigi Chicchini, ex portacolori badiolo nonché nipote del veterano Gianluca, Audace del rione Spada e Diego Cipiccia trentaquattrenne di Narni, con un curriculum da cavaliere professionista. Da una parte l’investimento su di una nuova leva folignate, dall’altra l’ingaggio di uno ‘straniero’ con staff e cavalli già a disposizione. A meno che, ovviamente, non spunti fuori una terza soluzione.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!