Scuola Carducci, ora è solo un cumulo di macerie

Scuola Carducci, ora è solo un cumulo di macerie

Si valuta di partecipare il nuovo progetto alla cittadinanza | Tempi di cantiere pienamente rispettati

share

La scuola media Carducci non c’è più: ormai è ridotta ad un enorme cumulo di macerie e detriti, sovrastato beffardamente da una gigantesca ruspa, che ricorda un po’ i cacciatori in posa sopra il macabro trofeo della bestia uccisa.

Foligno questa volta ha davvero perso per sempre un pezzo della sua storia, e ormai dell’edificio scolastico di via Gentile di Foligno resta soltanto la parte più moderna e l’attigua palestra. Il maxi cantiere di lavoro è però ancora in piena attività, dovrà infatti essere ancora smantellato il piano interrato che – fa sapere l’assessore Graziano Angeli – secondo le previsioni verrà smantellato entro la fine del mese di aprile.

Crono programma sino ad oggi pienamente rispettato, sono già in corso le operazioni di trasporto dei materiali inerti che verranno adeguatamente smaltiti.Possiamo dichiararci più che soddisfatti – commenta Angeli – e dobbiamo dire che la ditta incaricata sta operando in maniera egregia’. Se tutto proseguirà speditamente la nuova scuola media Carducci comincerà a risorgere dalle sue ceneri entro il mese di dicembre, finanziata direttamente dai fondi messi a disposizione dal Piano di ricostruzione curato dal commissario alla ricostruzione post sismica del centro Italia, Vasco Errani. Per l’abbattimento sono state investire risorse pari a 320mila euro ed entro il mese di  maggio – fa sapere l’assessore Graziano Angeli – verrà presentato il progetto della nuova struttura”.

Ancora da valutare un’eventuale partecipazione alla cittadinanza. Così come resta da definire il collocamento finale del fregio storico recuperato dal vecchio stabile. L’addio alla media Carducci era stato ‘celebrato’ lo scorso 11 marzo ed in meno di un mese e mezzo il lavoro è già a buon punto. Nel frattempo, non passa giorno che ex studenti, ex insegnati e semplici curiosi non si fermino per qualche istante a seguire l’opera di abbattimento, chi con gli occhi lucidi, chi con l’immancabile smartphone in mano ma nessuno sembra restare indifferente.

A pochi metri di distanza, sempre lungo via Gentile da Foligno lavori a spron battuto anche per la costruzione di edifici abitativi e commerciali nell’area dell’ex ospedale San Giovanni Battista. Una porzione di centro storico che si appresta a cambiare radicalmente volto.

share

Commenti

Stampa