Scatta ordinanza anti-alcol in centro storico | Multe fino a 500 euro per i trasgressori

Scatta ordinanza anti-alcol in centro storico | Multe fino a 500 euro per i trasgressori

Provvedimento del sindaco di Gualdo Tadino per contrastare i recenti atti vandalici e tutelare i giovani dal consumo eccessivo di bevande alcoliche

share

Per contrastare i recenti fenomeni di atti vandalici, alcolismo minorile e schiamazzi notturni nel centro storico di Gualdo Tadino, il sindaco Massimiliano Presciutti ha emanato un’ordinanza che mira proprio ad arginare tali problematiche e che sarà attiva da oggi fino al 31 dicembre 2019.

Al fine di assicurare le esigenze di tutela della pubblica incolumità dei cittadini, nonché della tranquillità dei residenti della zona, “agli esercizi di somministrazione alimenti e bevande e di commercio (in sede fissa o ambulante), nonché alle attività artigianali – si legge nel provvedimento – è fatto divieto, a decorrere dalle ore 20 e fino alle ore 6 del giorno successivo, di vendere e distribuire, a qualsiasi titolo, per asporto, bevande in contenitori/bicchieri di vetro e/o lattine; è fatto divieto inoltre, a chiunque, di consumare in luogo pubblico le bevande suddette”.

Gli esercizi sopracitati, secondo quanto riporta il documento sindacale, non potranno neanche somministrare né vendere superalcolici dalle ore 21; per quanto riguarda gli alcolici, invece, questi potranno essere consumati dai clienti solo fino all’una mentre le emissioni sonore dovranno cessare un’ora prima, a mezzanotte.

Ai trasgressori dell’ordinanza sarà comminata una sanzione amministrativa che potrà andare dalle 150 alle 500 euro. Sulla corretta osservanza del provvedimento vigileranno il Corpo di Polizia locale e gli agenti della forza pubblica.

Questo non è che il primo di una serie di provvedimenti tesi a tutelare l’ordine pubblico e a salvaguardare i nostri giovani, – sottolinea Presciutti –  poiché il consumo di alcol, oltre ad essere dannoso per la loro salute, spesso genera comportamenti che si ripercuotono sulla sicurezza e vivibilità del centro storico stesso”.

share

Commenti

Stampa