Sanitopoli, si dimette l’assessore Ceccarelli non indagata

Sanitopoli, si dimette l’assessore Ceccarelli non indagata

Corciano, lettera al sindaco Betti: “Non sono indagata, ma ho partecipato a un bando dell’Ospedale”


share

Sanitopoli, si è dimessa a Corciano l’assessore comunale alle Politiche sociali Elisabetta Ceccarelli. Pur non essendo indagata, informa il sindaco Cristian Betti di aver partecipato nell’ultimo anno ad un concorso bandito dall’Azienda ospedaliera di Perugia. “Probabilmente il mio nominativo comparirà in qualche atto di indagine, a titolo di candidata, considerato che la Procura della Repubblica di Perugia ha diffuso la notizia di indagare su tutti i concorsi svoltisi all’Ospedale di Perugia“.

Per tale motivo – scrive ancora – pur non essendo minimamente indagata e nella certezza di non avere mai perseguito un interesse privato in tanti anni di impegno politico, ritengo opportuno rassegnare le mie dimissioni da assessore alle Politiche Sociali del Comune di Corciano. È una scelta sofferta, che mi costa tantissimo, ma che ritengo giusta, per evitare che una mia vicenda personale possa in qualsiasi modo ledere l’immagine, la correttezza e la trasparenza dell’Amministrazione Comunale di Corciano, la cui integrità pongo al di sopra di qualunque mio sentimento e devozione“.

La recente indagine sulla sanità umbra, in cui risultano indagati i massimi rappresentanti istituzionali e politici del Pd – scrive in un altro passaggio – impone a tutti noi una seria e rigorosa riflessione, per evitare che vicende personali siano strumentalizzate per dinamiche politiche o che possano in qualsiasi modo pregiudicare il buono ed il bello che caratterizza la nostra vocazione politica“.

Elisabetta Ceccarelli, nel ringraziare Betti per la fiducia che le ha accordato, assicura che continuerà ad impegnarsi per la comunità corcianese, “a testa alta, con la stessa determinazione ed onestà che questo mio atto testimonia“.

Quello di Elisabetta Ceccarelli è l’unico passo indietro compiuto sino a questo momento da una rappresentante politica non indagata a seguito dell’inchiesta della Procura di Perugia sulla Sanitopoli umbra.

share

Commenti

Stampa