Salvini (Lega Nord) a Spoleto, vicepresidente Cretoni rischia la poltrona / Tensione nella maggioranza - Tuttoggi

Salvini (Lega Nord) a Spoleto, vicepresidente Cretoni rischia la poltrona / Tensione nella maggioranza

Redazione

Salvini (Lega Nord) a Spoleto, vicepresidente Cretoni rischia la poltrona / Tensione nella maggioranza

Presidente Finocchi “domani direttivo” / Monini “una sua liberalità” / Speranza “confronto con alleati” / Parroco inaugurerà la sede, forse
Gio, 26/03/2015 - 21:22

Condividi su:


Sta creando non poco imbarazzo nella maggioranza il comunicato stampa diramato nel pomeriggio di oggi dal vicepresidente del consiglio comunale Sandro Cretoni (nella foto) con cui lo stesso ha annunciato l’arrivo di Matteo Salvini per l’inaugurazione della sede leghista in via 25 aprile. A gettare lo scompiglio non è tanto la visita del segretario nazionale del Carroccio, quanto la conferma che Cretoni (quanto meno) da oggi è ufficialmente “referente della Lega Nord di Spoleto”.

La nota e la benedizione del parroco – che Cretoni da qualche settimane avesse avviato dei contatti con la Lega era risaputo, ma in pochi credevano ad un incarico ufficiale. Leggiamo il comunicato scritto non senza enfasi: “Spoleto si appresta ad accogliere in grande stile l’arrivo di Matteo Salvini. Perché quella del segretario leghista in città non sarà una semplice passerella elettorale ma una visita dall’impronta molto più profonda. Salvini vuole infatti prendere contatto quanto più possibile con la realtà spoletina e le sue criticità a tutto tondo, per questo ha messo in agenda ben due appuntamenti con la cittadinanza. Alle 17.30 il leader leghista inaugurerà la nuova sede della Lega Nord di Spoleto, in via 25 aprile numero 50, alla presenza tra gli altri del referente locale Sandro Cretoni e di un parroco che benedirà i locali; un gesto, questo, fortemente voluto dai leghisti spoletini e che riviste un grande significato”. “Sono onorato del fatto che il segretario voglia personalmente inaugurare la nostra sede – continua Sandro Cretoni – e riservare particolare attenzione alla città del Festival. Salvini sarà poi l’ospite d’onore all’incontro in agenda per le ore 18 nei locali del ristorante Zengoni. Sarà un dibattito aperto al pubblico e a tutti quelli che vorranno entrare in contatto con la realtà leghista nazionale e territoriale, con i suoi programmi, i suoi progetti e le sue idee per rilanciare l’Italia, l’Umbria e Spoleto dopo gli anni bui della crisi”.

Le reazioni – l’iniziativa ha colto di sorpresa un po’ tutti anche se in molti già ipotizzano che lo ‘strappo’ potrebbe a breve comportare dei provvedimenti nei confronti del consigliere eletto nella lista civica di Rinnovamento. “A me non ha detto nulla – dice il presidente della lista, l’avvocato Salvatore Finocchi -, ho comunque convocato già per domani sera il direttivo con cui valutare la situazione”. “Queste ‘liberalità’ – dice amareggiato il capogruppo Zefferino Monini – dimostrano la bontà del nostro progetto ma anche le sue criticità dal momento che poi ci sfuggono situazioni come questa. Chi è salito all’ultimo a bordo di Rinnovamento aveva il dovere di informare il movimento”. Così invece il presidente del consiglio comunale Giampiero Panfili: “Sapevo di una simpatia verso la Lega ma non di un incarico come quello di referente. Analizzeremo la situazione e vedremo il da farsi”. Anche gli alleati di “Spoleto Popolare”, l’altra lista civica che appoggia la giunta Cardarelli, sono sul piede di guerra: “riteniamo quella di Cretoni una ‘fuga in avanti’ – dice il capogruppo Gianluca Speranza – sulla quale chiederemo un confronto e i necessari chiarimenti dal momento che il consigliere ricopre la carica di vicepresidente del consiglio comunale”.

Il nostro resta un progetto civico – commenta il sindaco Fabrizio Cardarelli – iniziative personali come questa restano tali. Non spetta però alla Giunta esprimere eventuali valutazioni ma all’organo politico, cioè al consiglio direttivo di Rinnovamento”. Intanto sono in molti, a cominciare dallo stesso primo cittadino, ad aver declinato l’invito per domenica che Cretoni ha inviato alla Giunta e ai membri del Consiglio comunale.

Non voglio creare problemi” – contattato da TuttOggi, il vicepresidente sembra cadere dalle nuvole: “non capisco costa sta succedendo – dice al telefono – lo sanno tutti che sono tesserato con la Lega dal 2013, da dicembre poi che mi stavo impegnando…io mi sento di far parte di un movimento sano qual è Rinnovamento e non ho intenzione di creare alcun problema”. Di più non aggiunge. Neanche sul parroco chiamato a benedire la nuova sede politica: “non posso dirvi il nome perché è ancora tutto da definire”.

© Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!