“Romanzo Immobiliare” approda all'Isola del Libro / Riflettori puntati sul “sistema Anemone” e la “Cricca del G8” - Tuttoggi

“Romanzo Immobiliare” approda all'Isola del Libro / Riflettori puntati sul “sistema Anemone” e la “Cricca del G8”

Redazione

“Romanzo Immobiliare” approda all'Isola del Libro / Riflettori puntati sul “sistema Anemone” e la “Cricca del G8”

Ven, 14/02/2014 - 18:20

Condividi su:


La scalata di Diego Anemone, “protagonista assoluto di un romanzo immobiliare che ha fatto tremare il governo”, personaggio al centro di un intricato “groviglio di affari, politica, sperperi e conflitti di interesse, tutto a spese del contribuente”, sarà al centro dell’incontro di domani, sabato 15 febbraio, nella sala consiliare del Comune di Passignano sul Trasimeno alle 18. Il giornalista Enzo Beretta, nell’ambito dell’iniziativa promossa dall’associazione “Isola del Libro Trasimeno Ciro e Cristoforo Marri” presenta il volume “Romanzo Immobiliare”, edito da Castelvecchi. A coordinare l’incontro con l’autore il caporedattore de La Nazione Umbria Roberto Conticelli.
Il libro ripercorre le inchieste delle procure di Firenze, Roma e Perugia sulla “Cricca del G8” e il “sistema Anemone” attraverso documenti, verbali e intercettazioni. Nelle 288 pagine del volume di Beretta, unico giornalista che sia mai riuscito ad avvicinare il misterioso imprenditore Anemone, ci sono ritratti di personaggi che gravitavano nelle segrete stanze del Vaticano, “uno su tutti l’ex Gentiluomo del Papa Angelo Balducci. Vengono citati pure aneddoti e testimonianze inedite di funzionari del Sisde – spiega Castelvecchi – riguardanti una riunione nel retrobottega del servizio segreto civile. Quella di Beretta – prosegue la casa editrice – è un’analisi fedele degli atti giudiziari sullo scandalo italiano più grande dopo Tangentopoli”.
“L’autore – scrive nella prefazione la giornalista del Corriere della sera Fiorenza Sarzanini, – ricostruisce con maestria il mosaico di relazioni personali e affaristiche della Cricca, facendo emergere tutti quegli aspetti odiosi prima ancora che illeciti”, mettendo in risalto le “relazioni che hanno trasformato uno dei luoghi fondamentali per l’economia del nostro Paese in un carrozzone dove primeggiava chi poteva offrire di più al politico o all’alto funzionario dello Stato”.

Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!