REDDITO SOCIALE, SE NE PARLERA' GIOVEDI' IN CONSIGLIO GRAZIE AD UN ORDINE DEL GIORNO DI PRC-SINISTRA EUROPEA - Tuttoggi.info

REDDITO SOCIALE, SE NE PARLERA' GIOVEDI' IN CONSIGLIO GRAZIE AD UN ORDINE DEL GIORNO DI PRC-SINISTRA EUROPEA

Redazione

REDDITO SOCIALE, SE NE PARLERA' GIOVEDI' IN CONSIGLIO GRAZIE AD UN ORDINE DEL GIORNO DI PRC-SINISTRA EUROPEA

Lun, 26/10/2009 - 17:50

Condividi su:


“Istituzione del reddito sociale, sostegno al reddito in favore dei disoccupati, inoccupati e precariamente occupati”. E' il tema di un ordine del giorno in sostegno della proposta di legge regionale che è in fase di discussione presso la III Commissione ndel Consiglio regionale umbro. Un ordine del giorno che si sta presentando in varie realtà della regione e che per Foligno vede in prima linea il Gruppo consiliare “Partito della Rifondazione comunicazione-Sinistra Europea. Lo ha prodotto e presentato la corsa settimana Alessandro Pacini, capogruppo consiliare del Prc-Sinistra Europea per portarlo in discussione nella di Consiglio comunale in programma giovedì. Pacin i ha illustrato l'atto insieme all'assessore ai servizi sociali Christian Napolitano. “Il nostro intento – hanno detto Pacini e Napolitano – è quello, attraverso la discussione consiliare e, si spera, l'approvazione dell'atto, di mettere il lavoro al centro delle politiche di questo territorio”. “Su questo punto – ha ribadito ancora Pacini – chiediamo al Consiglio comunale un pronunciamento a sostegno di una proposta di legge regionale che in altre realtà italiane, e con situazioni di precarietà ben più gravi, è già cosa fatta ed a regime. Questa legge non si configura come un'azione di lotta alle povertà. Su questo versante esisto specifiche procedure e fondi. E' invece un chiaro elemento finalizzato al mantenimento di un livello giusto di vivibilità in favore di lavoratori disoccupati, inoccupati o precariamente occupati”. A proposta di legge individua in maniera chiara le caratteristiche che deve avere chi potrà accdere,se approvata ovviamente, a questa misura. C'è un reddito che non deve superare gli 8mila euro e un contributo che non va oltre i 7mila euro. Ovviamente se il lavoratore che dovesse godere di questo sostegno nel frattempo trovasse occupazione, ed in questo c'è il coinvolgimento pieno dei centri per l'impiego, o si trovasse in condizioni di modifica del reddito, il beneficio automaticamente decadrebbe.


Condividi su:


ACCEDI ALLA COMMUNITY
Leggi le Notizie senza pubblicità
ABBONATI
Scopri le Opportunità riservate alla Community
necrologi_foligno

L'associazione culturale TuttOggi è stata premiata con un importo di 25.000 euro dal Fondo a Supporto del Giornalismo Europeo - COVID-19, durante la crisi pandemica, a sostegno della realizzazione del progetto TO_3COMM

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!


    trueCliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

    "Innovare
    è inventare il domani
    con quello che abbiamo oggi"

    Grazie per il tuo interesse.
    A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!