Quintana Foligno, al Gareggiare dei Convivi ultimo cimento tra Morlupo e Croce Bianca - Tuttoggi

Quintana Foligno, al Gareggiare dei Convivi ultimo cimento tra Morlupo e Croce Bianca

Redazione

Quintana Foligno, al Gareggiare dei Convivi ultimo cimento tra Morlupo e Croce Bianca

Lun, 04/02/2013 - 12:01

Condividi su:


Il Rione Morlupo ed il Rione Croce Bianca si sfideranno domenica 10 febbraio 2013 nell’ultimo cimento del Gareggiare dei Convivi, la sfida gastronomica tra i Rioni della Giostra della Quintana. Un grande banchetto nella splendida sala di Palazzo Orfini nel dies natalis della Quintana di Foligno che segna i 400 dalla prima Giostra del 1613. Il Salone d’Onore di Palazzo Orfini è pronto ad accogliere la finale del Gareggiare giunto alla 37° edizione, tra il Morlupo ed il Croce Bianca, vincitori rispettivamente della fase di giugno e di settembre. Il tema gastronomico sarà ancora quello dei Pasticci e pastelli, ed i due rioni finalisti riproporranno i piatti presentati senza alcuna variazione secondo il regolamento stilato dal Magistrato Stefano Trabalza, Presidente della Commissione Artistica dell’Ente. L’atto finale si svolgerà, come tradizione, con tutti i commensali in abiti secenteschi. I piatti di gara saranno giudicati anche quest’anno da una giuria d’eccezione composta dall’architetto Marina Cogotti e dal professor Alberto Capatti.

Marina Cogotti è Direttore di Villa d’Este a Tivoli e funzionario della Soprintendenza per i Beni architettonici e il Paesaggio del Lazio, all’interno del quale svolge compiti istituzionali di tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio monumentale e ambientale e coordina l’Ufficio Attività Culturali. Ha condotto inoltre importanti interventi di restauro sui siti archeologici dell’area pompeiana, a Roma e nel territorio laziale. Autrice di numerosi saggi e pubblicazioni scientifiche, ha partecipato a numerosi convegni.

Il professor Alberto Capatti, docente ed ex Rettore dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Torino, insegna Storia della Cucina e della Gastronomia. Partito da studi di Lingua e Letteratura Francese, ha spostato poi il suo interesse e le sue ricerche sugli aspetti della cultura che sono legati alla cucina e all’alimentazione, approfondendo in maniera particolare la gastronomia italiana e francese. Il professor Capatti è protagonista di un percorso emblematico dove l’alimentazione diventa un elemento che coinvolge l’esperienza sia dal punto di vista scientifico che estetico ed emozionale.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!