Quintana, insediato il direttivo e distribuite le cariche

Quintana, insediato il direttivo e distribuite le cariche. Metelli: “La Giostra non è un gioco, è una necessità”

Alessandro Orfei

Quintana, insediato il direttivo e distribuite le cariche. Metelli: “La Giostra non è un gioco, è una necessità”

Sab, 21/01/2023 - 09:16

Condividi su:


Cerimonia ufficiale il Comune per "la consegna delle chiavi"

La macchina della Quintana è ufficialmente accesa. Dopo il turno elettorale della scorsa settimana, si è svolta nell’aula consiliare la cerimonia di insediamento del nuovo direttivo della Quintana con la distribuzione delle deleghe ai magistrati neoeletti. A rendere ancor più solenne il momento anche il vescovo Domenico Sorrentino e i rappresentanti di tutte le forze dell’ordine. “Siamo partiti con entusiasmo e con forte motivazione – ha detto Metelli – e nei prossimi quattro anni saremo chiamati a scrivere la storia rimettendo mano allo Statuto in maniera tale da testimoniare che la Quintana diventi ufficialmente una tradizione della città e non più una rievocazione storica“.

Le deleghe dei magistrati

Quanto ai magistrati e alle cariche, il vicepresidente Mauro Silvestri avrà un ruolo su diversi fronti ma al momento non gli sono state assegnate deleghe specifiche. Per Simone Agostini la promozione a presidente della Commissione artistica. Marco Bosano, avvocato, confermato Economo e responsabile del marketing. Lucio Cacace resta saldamente in testa della Commissione Tecnica. Simone Capaldini sarà il responsabile Risorse finanziarie. L’avvocato Mauro Carboni è il segretario generale di Palazzo Candiotti. L’avvocato Alessio Castellano si conferma il magistrato addetto a Comunicazione e Stampa. Per Arnaldo Radi il ruolo di delegato al Patrimonio. La novità sta su Luca Radi, per il quale è stata disegnata la delega di “addetto alla cultura e agli eventi di storia e tradizione barocca”. L’occasione è stata anche quella di confermare il “maestro di palazzo” Alessandro Castellani.

Uffici e commissioni

Accanto alle tradizionali commissioni, sono stati istituiti degli uffici specifici che vedranno i magistrati collaborare su argomenti particolari. Ci sarà un ufficio di presidenza con presidente, vice, segretario generale e don Cristiano Antonietti. Ci sarà un ufficio programmazione e bilancio con presidente, vice, segretario generale, economo, magistrato addetto alle risorse finanziarie e al patrimonio. Ci sarà anche un ufficio promozione con economo, magistrato alla comunicazione, magistrato alla cultura barocca, alle risorse finanziarie e segretario generale.

La Quintana unisce la città“, ha detto il vescovo Sorrentino nel suo saluto. Grande plauso allo spirito quintanaro anche da parte del sindaco Stefano Zuccarini.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!