La protesta del sindaco di Bevagna: "Troppi i disservizi di Vus"

La protesta del sindaco di Bevagna: “Troppi i disservizi di Vus”

Redazione

La protesta del sindaco di Bevagna: “Troppi i disservizi di Vus”

Mer, 18/08/2021 - 14:58

Condividi su:


Il sindaco di Bevagna, Annarita Falsacappa, prende carta e penna e verga una dura lettera all’indirizzo di Vus, l’azienda che gestisce il servizio di igiene urbana del comprensorio. Troppi i disservizi. “A fronte del regolare pagamento della TARI da parte dei cittadini e del Comune di Bevagna, la VUS Spa che gestisce per conto del Comune la raccolta dei rifiuti, lo spazzamento, gli interventi di manutenzione dell’acquedotto e del sistema fognario, continua a non offrire un servizio adeguato“.

“Soluzioni temporanee ai problemi”

Nonostante le numerose lamentele dei cittadini, che abbiamo più volte inoltrato agli uffici, ci siamo trovati nella condizione di risoluzioni temporanee da parte dell’azienda, a cui sono seguite, a breve distanza, le stesse problematiche, senza mai arrivare a soluzioni risolutive“. La sindaca parla di carenza di personale, mancanza di strumentazione adeguata, dal semplice scopone alla spazzatrice troppo vecchia e “quindi non solo non in grado di pulire le vie piuttosto, come accaduto varie volte, di sporcare la pavimentazione nuova con diffuse macchie d’olio, il cui danno deve essere conteggiato e quindi scalato dall’annualità del servizio“.

La situazione di fronte ai turisti

I problemi legati alla qualità della pulizia manuale, incompleta a Bevagna e pressoché inesistente nelle frazioni, e meccanica, a causa dei mezzi molto spesso in riparazione, hanno comportato sempre più frequenti esposti verbali e sui social da parte dei cittadini. In questi mesi estivi e sotto pandemia, mentre le vie di Bevagna sono piene di turisti, i cassonetti sono stracolmi di rifiuti, i cestini non contengono più i rifiuti che si spargono dovunque, i cassonetti dei pannoloni non vengono ritirati, non si raccolgono regolarmente i rifiuti organici, si dimenticano le zone collinari intorno al paese e in alcune si procede alla raccolta dopo telefonate e pressioni continue.

“Pulizia irregolare”

Inoltre le vie del paese e delle frazioni non vengono pulite regolarmente con lo scopone e, alla nostra richiesta di una maggiore pulizia, abbiamo visto conteggiato nelle nostre tariffe la cifra di un altro operatore, 39 mila euro, che non abbiamo assolutamente intenzione di pagare, anche perché non ne abbiamo assolutamente usufruito, anzi, come in questo periodo, se gli operatori sono in ferie, non vengono adeguatamente sostituiti e, se la spazzatrice è rotta, non ne arriva un’altra a pulire le vie. Prima che la spazzatrice torni in funzione, solitamente bisogna aspettare un mese se non di più e quest’anno è già successo varie volte con grave danno per il paese e per le frazioni di non poter usufruire della spazzatrice. Pertanto siamo costretti a non pagare per intero il costo della spazzatrice e a conteggiare i numerosi danni provocati dalla stessa“.

Tariffe troppo alte

C’è il problema dei vicoli sporcati dagli escrementi dei piccioni e che non vengono mai puliti. “Numerose sono le segnalazioni anche per il mancato regolare ritiro della differenziata porta a porta, che rimane lungo le vie del paese, dando una pessima immagine e creando seri problemi di igiene pubblica. Analoga situazione per i cassonetti stradali, che non vengono svuotati secondo il calendario e, una volta svuotati, non viene effettuata la pulizia dell’esubero, come previsto nel contratto di servizio, creando, anche in questo caso, problemi di igiene pubblica. Altro serio problema sono le necessarie continue manutenzioni, che si segnalano nei servizi di acqua e gas, che determinano disagi alla popolazione e, a seguito delle quali manutenzioni, ripetute e mai risolutive, si creano problemi al manto stradale, spesso non ripristinato entro i termini, il cui rifacimento per questo spesso viene dimenticato. Il Comune di Bevagna, tramite gli uffici competenti, si è fatto carico continuamente delle segnalazioni della popolazione, che, vista la situazione sempre più fuori controllo, non tollera più tale disservizio“.

Chiesto il controllo dell’espletamento dei servizi

Il sindaco chiede a Vus “un controllo sull’espletamento e sull’efficienza del lavoro svolto per porre rimedio definitivamente alle numerose situazioni critiche e garantire un minimo decoro della città”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!