Primo incontro operativo per l'OSA, l'osservatorio sulle barriere architettoniche di Spoleto - Tuttoggi

Primo incontro operativo per l'OSA, l'osservatorio sulle barriere architettoniche di Spoleto

Redazione

Primo incontro operativo per l'OSA, l'osservatorio sulle barriere architettoniche di Spoleto

Gio, 22/09/2011 - 15:10

Condividi su:


Prima riunione per l’OSA (Osservatorio Spoleto Accessibile), l’osservatorio per il superamento delle Barriere Architettoniche fisiche e sensoriali che Comune di Spoleto e associazioni del territorio hanno istituito, tramite un protocollo d’intesa firmato lo scorso luglio, con l’obiettivo di “impedire il sorgere e la diffusione di nuove barriere culturali anche attraverso processi atti a fondare una cultura diffusa di pari opportunità per tutti e per rafforzare la vigilanza degli organi preposti per garantire l'osservanza della normativa esistente.”

Nei giorni scorsi presso l’ufficio dell’Assessore all’urbanistica Juri Cerasini si è svolta la prima affollata riunione dell’osservatorio tenutasi dopo la firma del protocollo di intesa. L’Ing. Andrea Duranti, rappresentante all'interno dell'OSA dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Perugia e dell'Associazione Culturale BISSE, è stato nominato all’unanimità dei presenti come coordinatore “pro tempore”, in attesa che l’Assessore Juri Cerasini e il Consigliere Marco De Angelis, in collaborazione con gli uffici Comunali, individuino la forma giuridica più idonea per rendere operativo ed efficiente l’OSA. Andrea Duranti sarà coadiuvato nel coordinamento da Giorgio Raffaelli.

Il neo coordinamento convocherà prima della fine del mese una nuova riunione per prospettare, tra le tante proposte, un cronogramma delle iniziative da intraprendere. In primo luogo l’attivazione di momenti di promozione culturale (e tecnica) a diversi livelli, in forma didattica con le scuole, tecnica e legislativa con i professionisti. Ancora, tra le iniziative già previste, l’elaborazione di una banca dati di leggi, normative e documentazioni, modulistica e procedure, da rendere fruibile alla cittadinanza sia attraverso uno “sportello” probabilmente presso lo “Sportello del Cittadino” che attraverso la costituzione di un sito internet. E poi la realizzazione di una “mappatura” della Spoleto accessibile, con l’individuazione di “percorsi” da pubblicare come una sorta di mini “guide” realizzate per step successivi.

E’ stata ratificata infine la prima presenza “ufficiale” dell’OSA in iniziative pubbliche, con la partecipazione, il 20 settembre a Fabriano, a “Fratelli in… disabilità”, 6 giornate di iniziative in occasione dei 40 anni della “Comunità la Buona Novella” (rete delle Comunità di Capodarco). Sarà Raffaelli a raccontare i primi passi dell’OSA a “sostegno” dell’iniziativa gemella che anche la città di Fabriano si appresta ad avviare. Il prossimo incontro dell’OSA si terrà il 30 settembre presso la sede dei Centri Socio Relazionali e Riabilitativi al Centro Civico S. Nicolò.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!