Presidente Napolitano nomina Franco Faina Cavaliere di Gran Croce - Tuttoggi

Presidente Napolitano nomina Franco Faina Cavaliere di Gran Croce

Redazione

Presidente Napolitano nomina Franco Faina Cavaliere di Gran Croce

E’ la più alta onorificenza della Repubblica / Un solo precedente a Spoleto, nessuno a Nocera Umbra / Dal Ministero della difesa al Quirinale
Lun, 12/05/2014 - 09:48

Condividi su:


Presidente Napolitano nomina Franco Faina Cavaliere di Gran Croce

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha nominato nei giorni scorsi il dottor Franco Faina Cavaliere di Gran Croce, la più alta onorificenza dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Nato a Nocera Umbra il 13 maggio 1928, dopo gli anni dell’infanzia trascorsi a Gualdo Tadino, si trasferisce con la famiglia a Spoleto (il papà Aldo è stato il capo stazione) dove ha conseguito la maturità classica al Liceo Ginnasio “Pontano Sansi”. E’ la prima volta che Nocera Umbra registra fra i suoi personaggi più illustri un Cavaliere di Gran Croce, mentre Spoleto vanta un solo precedente, quello di Ermanno Bonucci professore emerito a La Sapienza.

Il curriculum del dottor Faina, legatissimo alla città del festival dove ancora trascorre le vacanze estive, è a dir poco prestigioso. Dopo la laurea in Giurisprudenza a Perugia e il conseguimento del titolo di procuratore legale, si trasferisce a Roma per aver superato il concorso di funzionario al Ministero della Difesa dove avvia una rapida carriera. Per tredici anni è stato Vice Direttore Centrale dell’Ufficio per l’Organizzazione, i metodi, la meccanizzazione e la statistica. A seguire è stato nominato Direttore generale delle Pensioni, d.g. della Leva e, infine, d.g. del Personale civile.

E’ stato Consigliere dei Sottosegretari di Stato alla Difesa Luciano Radi e Carlo Pastorino. Anche a lui si deve il mantenimento e lo sviluppo di alcuni enti militari presenti ancora oggi in Umbria. A Bruxelles ha ricoperto per alcuni anni l’incarico di President del Nato Appeals Board, massimo organo di giustizia amministrativa della Nato.

Per oltre venti anni è stato docente di Scienza dell’amministrazione presso la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione di Caserta (di cui è stato anche Direttore degli studi) e presso le Scuole di formazione di diversi Ministeri. Ha conseguito diplomi e master presso l’Università di Bologna, Berkley, Yale e il Salzsburg Seminar in American Studies – Public Administration (istituzione dell’Università di Harvard in Austria). Ha frequentato il Centro Alti Studi Militari (CASD). Autore di numerosi articoli sulla Scienza dell’amministrazione ha tenuto conferenze presso l’Ecole National d’Administration Public di Parigi, il Centro de Formacion de los Funzionarios Publicos di Alcala de Henares (Spagna), la Hochschule fur Verwaltungrecht in Speyer (Germania) e presso l’Università di Bologna. Nel 1993 ha presieduto il Congresso internazionale sull’Unione Europea di Difesa in San Lorenzo de l’Escurial (Spagna). Dal 2004 è componente della Giunta dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana presieduta dal Capo dello Stato.

L’alta onorificenza ricevuta in questi giorni segue quelle di Commendatore con Placca dell’Ordine di San Gregorio Magno, Grande Ufficiale dell’Ordine di Santa Agata (Repubblica di San Marino), Grande Ufficiale dell’Ordine Militare del sovrano Militare Ordine di Malta, Grande Ufficiale della Santa Croce di Gerusalemme, Cavaliere del Santo Sepolcro e Terziario francescano.

© Riproduzione riservata


Condividi su:


Aggiungi un commento