Precipita col parapendio a Castelluccio, grave un uomo | Aggiornamenti

Precipita col parapendio a Castelluccio, grave un uomo | Aggiornamenti

A soccorrerlo sono stati Forestale e Vigili del Fuoco di Norcia, che poi l’hanno affidato al 118

share

(Aggiornamento h 00,15) – Ha 54 anni il turista tedesco precipitato col parapendio intorno alle 18 in località Pratarelle di Castelluccio. A causa del forte impatto con il suolo l’uomo ha perso i sensi e non è riuscito a chiedere aiuto agli amici che si erano lanciati con lui, che l’hanno perso di vista. Sono stati loro ad allertare i soccorsi non vedendolo arrivare al punto di ritrovo prestabilito. Alle ricerche hanno partecipato anche gli uomini della Forestale di Norcia che, insieme ai Vigili del Fuoco, hanno ritrovato il poveretto in una valle stretta e impervia ai piedi del monte Vettoretto. E’ stato dapprima immobilizzato e poi, come già detto, trasportato a valle per essere affidato alle cure dei sanitari del 118, che hanno optato per il ricovero all’ospedale di Terni a causa delle fratture e delle lesioni alla schiena.

Dopo aver ascoltato le testimonianze dei presenti, gli agenti della Forestale hanno provveduto al sequestro del parapendio e dell’equipaggiamento in attesa dei risultati del referto per gli accertamenti di rito. Le operazioni di soccorso sono state particolarmente complesse e si sono concluse dopo le 22.

—————————

E’ avvenuto poco prima delle 21 l’ennesimo incidente col parapendio nella zona del Castelluccio. Un uomo, a quanto si apprende dalle prime informazioni si tratterebbe di un turista di origine tedesca, è precipitato tra Castelluccio e Forca di Presta dopo essersi lanciato dal monte Vettore, ferendosi in modo serio. A prestargli i primi soccorsi sono stati i Vigili del Fuoco di Norcia che, dopo averlo individuato, lo hanno recuperato e trasportato a valle per affidarlo alle cure del 118. Le sue condizioni sarebbero gravi, si sarebbe fratturato un femore ed un braccio, ma non tali da far temere per la sua vita. Nelle prossime ore il quadro clinico sarà più chiaro.

share

Commenti

Stampa