Polisport, debiti per oltre 1 milione | Morini "C'è poca trasparenza", risponde Bettarelli - Tuttoggi

Polisport, debiti per oltre 1 milione | Morini “C’è poca trasparenza”, risponde Bettarelli

Redazione

Polisport, debiti per oltre 1 milione | Morini “C’è poca trasparenza”, risponde Bettarelli

Il vicesindaco e assessore al Bilancio al capogruppo di Tiferno Insieme "La partecipata ha un ruolo sociale e non solo economico"
Gio, 27/10/2016 - 09:17

Condividi su:


Polisport, debiti per oltre 1 milione | Morini “C’è poca trasparenza”, risponde Bettarelli

Anche Polisport è tornata all’attenzione del Consiglio comunale di Città di Castello con l’interrogazione del Gruppo Tiferno Insieme che, sulla base dei documenti pubblicati dalla società di servizi tifernati e di una delibera di giunta, si chiede quale sia la reale situazione finanziaria relativamente al 2016, “dato che i numeri specifici non sono stati dichiarati nell’ultima variazione di assestamento generale di bilancio”.

Per Nicola Morini, capogruppo, è rilevante conoscere “chi siano i debitori e chi i creditori della società e se tali partite possono realisticamente andare a pareggio”. All’origine dell’interrogazione c’è l’analisi dell’ultimo bilancio, “dal quale si evince che i crediti, a fine 2015, ammontano a 640.884 euro e sono aumentati di € 120.000 circa rispetto all’anno precedentespecifica l’esponente della minoranza, aggiungendo che “i debiti invece ammontano a 1.609.726 euro con un aumento di 100.000 euro”.

Dal documento risulta che i debiti sono maggiori dei ricavi, circostanza che per una normale società avrebbe già comportato di per sé una situazione di estrema gravità

Morini, e Braganti a suo tempo, registrarono anche “uno spostamento di parte degli oneri finanziari provenienti da debiti verso le banche ad oneri finanziari per debiti di natura commerciale con i fornitori, dovuto probabilmente al peggiorare della situazione di incassi dalle società sportive. Un processo in atto da qualche tempo, che ha comportato una contrazione delle disponibilità finanziarie di Polisport ed una inversione di tendenza della posizione debitoria complessiva dell’azienda, che per questa sofferenza ha incrementato il fondo rischi e ha rateizzato il pagamento delle imposte, per evitare more dovute alla mancanza di liquidità. Disequilibri di bilancio sembrano essere all’ordine del giorno per Polisport”.

L’assessore a Bilancio e Partecipate Michele Bettarelli ha specificato che “Polisport dal 1997 gestisce l’impiantistica pubblica più importante del Centro Italia per un Comune come il nostro, contribuendo alla diffusione della pratica sportiva, rappresentabile con il dato esemplificativo degli 800 iscritti alla piscina. Prima di Polisport il Comune attraverso la consulta dello sport ripartiva tra le società sportive 80mila euro”.

Abbiamo ricevuto da Polisport una relazione esaustiva aggiornata ad agosto 2016 nella quale l’indebitamento è di un milione e 374mila euro (erano 2 milioni nel 2011 e un milione e 609 nel 2013), un trend di riduzione progressiva. I debiti sono frutti degli investimenti e non sono confrontabili mentre il risultato della gestione caratteristica è positivo di oltre 26mila euro. Quindi negli interventi di gestione ordinaria la variazione è positiva. Quanto ai debitori, abbiamo una lista ma al di là dei numeri dobbiamo domandarci che cosa sia il bene della città. Oltre alle ristrettezze economiche, non dobbiamo tagliare le gambe a nessuno. Tutte le società hanno avviato una rateizzazione e alcune situazioni sono pregresse. Chiudere i lucchetti degli impianti non è una soluzione. L’AC Città di Castello è l’unico soggetto in sospeso

Non sono soddisfatto ha detto Morininon mi ha delucidato le poste maggiori dei debiti ma i nomi, di cui chiedo il deposito. Che i debiti siano diminuiti non cancella che siano più dei ricavi e che sia l’Amministrazione a farvi fronte. Da un documento in possesso del consigliere Vincenzo Bucci, Polisport ha crediti per 400mila euro verso alcune società, non tutte come accadeva quando le risorse erano ripartite dalla consulta. Non tutte le società sportive hanno il medesimo trattamento. La vicenda di Polisport non finisce qui. C’è stata poca trasparenza amministrativa: Polisport dovrebbe pubblicare i bilanci sul sito. Ringrazio l’assessore per la risposta che non mi ha dato”.

Potrei leggere un elenco ma mescolare chi deve 30 euro a chi ne deve 30mila non è giusto. Andiamo in commissione con i vertici di Polisport”. ha proposto l’assessore.


Condividi su:


Aggiungi un commento