Polidori (FI) avverte la Lega: "Così regaliamo l'Italia e l'Umbria a Pd e M5s" - Tuttoggi

Polidori (FI) avverte la Lega: “Così regaliamo l’Italia e l’Umbria a Pd e M5s”

Redazione

Polidori (FI) avverte la Lega: “Così regaliamo l’Italia e l’Umbria a Pd e M5s”

La coordinatrice azzurra dopo le critiche di Salvini: Forza Italia non ha mai tradito
Sab, 31/08/2019 - 14:41

Condividi su:


Mentre il centrosinistra, pur con difficoltà, va formando la propria coalizione civico-politica intorno ad Andrea Fora, nel centrodestra le fibrillazioni romane rischiano di ripercuotersi in Umbria su un’elezione che sembrava dovesse portare in carrozza Donatella Tesei a Palazzo Donini.

Le critiche di Berlusconi a Salvini e la replica del leader leghista rischia di minare la solidità dell’alleanza in Umbria, come dichiara la coordinatrice degli azzurri in Umbria, l’on. Catia Polidori: “La critica mossa da Salvini a Forza Italia è ingiustificata, errata e persino poco lucida, qualità che non dovrebbe mai far difetto ad un autentico leader politico, il quale ambisca a restare tale”.

“Forse – prosegue Polidori – vale la pena ricordare al capo ed agli amici della Lega – con i quali siamo da tempo al governo in tanti comuni umbri e mi augurerei presto anche in regione – che FI non è il nemico da abbattere, ma il partito guidato da Silvio Berlusconi, fondatore del centrodestra e il più votato dal popolo italiano, oltre che un alleato valido e leale da rispettare; un alleato generoso e collaborativo sin dai tempi in cui la Lega era al 4%”.

Quindi una stoccata alle posizioni leghiste: “In Parlamento e sui territori FI non ha mai tradito i patti; ha sempre lavorato per l’unità del centrodestra e per conferirgli un profilo alto, emancipato dall’isolamento, dove, al contrario, sarebbe confinato se si riducesse ad un patto ad excludendum di stampo populista e sovranista.
Anche in questo ultimo anno, pur ritenendo innaturale e dannosa l’esperienza di governo con il M5S, FI non ha fatto mancare il proprio sostegno ed ha votato favorevolmente tutti quei provvedimenti rispondenti ai valori ed al programma del centrodestra. Direi che ora è tempo di pretendere il rispetto che ci è dovuto. Solo così potremo recuperare il consenso di quella parte di elettorato deluso che chiede il ritorno al voto, guardando al centrodestra liberale, cristiano, riformatore, garantista ed autenticamente europeista, come unica alternativa sia alla sinistra sia al M5S. Diversamente, come sta avvenendo al governo nazionale, la Lega e la destra sono destinate all’irrilevanza, regalando al Pd ed ai grillini l’Italia, l’Umbria e tanti altri tra comuni e regioni”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!