Più di 300 iscritti per il Centro sociale “San Gaspare” di Giano dell'Umbria - Tuttoggi

Più di 300 iscritti per il Centro sociale “San Gaspare” di Giano dell’Umbria

Redazione

Più di 300 iscritti per il Centro sociale “San Gaspare” di Giano dell’Umbria

Garantiti altri 5 anni di attività, grazie al rinnovo della convenzione con il Comune di Giano dell'Umbria
Lun, 19/10/2015 - 12:22

Condividi su:


Più di 300 iscritti e tante iniziative sociali e ricreative rivolte alla popolazione anziana e all’intera comunità gianese. Il Centro Sociale “San Gaspare” si conferma come una delle associazioni più vitali e attive nel territorio.

Questo grazie anche alla collaborazione con le altre associazioni di volontariato e con l’Amministrazione Comunale di Giano dell’Umbria, che ha rinnovato, a fine luglio scorso, la convenzione per la gestione dell’immobile di proprietà comunale in Via San Felice.
Il direttivo dell’associazione, guidata dal Presidente Sante Lilli, ha espresso soddisfazione per il provvedimento che assicura per altri cinque anni la disponibilità di spazi vitali, dove vengono svolte gran parte delle attività ricreative, culturali e informative previste nel programma annuale.
Il Centro sociale é iscritto all’albo regionale delle associazioni di promozione sociale e affiliato all’Ancescao nazionale. Oltre alla gestione di uno spazio ricreativo aperto tutti i giorni, svolge alcuni servizi importanti in collaborazione con il Comune, tra cui il servizio “Autoamica” (per gli spostamenti di chi non ha un mezzo autonomo) e la sorveglianza all’ingresso e all’uscita degli studenti dalle scuole, e altri rivolti specificamente alla popolazione anziana, come le attività di ginnastica dolce, la visita periodica alle persone sole, l’organizzazione di gite sociali e le iniziative di informazione su temi di rilevanza sociale, culturale o medica di interesse degli associati.
“Voglio ringraziare – spiega il Presidente Lilli Sante – sia l’Amministrazione comunale per aver ribadito con questo atto la fiducia verso le nostre attività, sia tutti i volontari e i membri del direttivo che assicurano ogni giorno l’apertura del centro e l’operatività di tutti i servizi.
Il Centro sociale é un patrimonio della comunità nella sua interezza e solo grazie ad uno sforzo di tutti – istituzioni, volontari e semplici cittadini – l’attenzione verso chi é più bisognoso può mantenersi a questi livelli.”
Il centro ovviamente collabora fattivamente anche con le altre realtà associative e con la scuola.
Proprio lo scorso 9 ottobre si é svolta presso la sala riunioni del centro un incontro con i ragazzi dell’Istituto comprensivo che, in occasione della festa dei nonni, avevano preparato delle composizioni poetiche sul tema. Nella circostanza il direttivo del centro ha deciso di devolvere ben 400 euro alla Scuola per l’acquisto di materiale didattico.
Un esempio ulteriore della sensibilità e dell’impegno favore del territorio, volto ad accrescere la sensibilità e l’attenzione dei più giovani verso le figure degli anziani.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!