Per la Sir di Heynen la vittoria all'esordio arriva solo al tie break - Tuttoggi

Per la Sir di Heynen la vittoria all’esordio arriva solo al tie break

Redazione

Per la Sir di Heynen la vittoria all’esordio arriva solo al tie break

A Latina Perugia vince 3-2 all'esordio del nuovo allenatore in Superlega
Dom, 20/10/2019 - 20:53

Condividi su:


Al suo esordio in Superlega a Latina Heynen comprende quanto sia difficile il campionato italiano. E così la Sir torna a Perugia con 2 punti, conquistati al termine di una partita difficilissima, risolta solo nell’ultimo punto al tie break.

In avvio Heynen tiene in panchina Leon, che si è aggregato al gruppo solo da due giorni. Dentro il neo bianconero Plotnytskyi. Perugia parte subito forte, ma i padroni di casa trovano il break per il 5-5.

Perugia fa però valere il maggior tasso tecnico ed allunga nuovamente fino al 7-11. Quattro punti che i Block Devils mantengono sino al 12-16, grazie soprattutto ad un’ottima difesa, con Podrascanin e Ricci sugli scudi.

Latina ha un sussulto fino al 18-21, sfruttando i pochi errori dei Block Devils. Sul 20-22 Heynen chiama il time out per aggiustare il sestetto in campo.

L’errore di Atanasijevic consente a Latina di tornare a -1. E allora Heynen fa riscaldare Leon. Al video check la palla che consente a Perugia di portarsi a +2, ma sulla palla successiva Bata manda ancora la palla fuori (22-23).

I due setball li regala allora Lanza. Dai 9 metri va ancora Atanasijevic, che però sbaglia ancora.

L’ace lo trova invece Latina con Szwarc, conquistando la parità e i vantaggi in un set in cui i padroni di casa hanno sempre rincorso. E con un nuovo ace del canadese passa avanti per la prima volta.

Ma ancora Lanza salva Perugia. E sul 25-25, nel momento più difficile del set, entra Leon. Il cubano naturalizzato polacco viene murato, ma Latina poi non ne approfitta e la Sir torna avanti.

Latina annulla un altro set ball: 26 pari. Latina risponde colpo su colpo a Perugia, che trova il punto del 27-29 ed il primo set su un errore dei padroni di casa.

Nel secondo set Latina, galvanizzata dal buon finale della prima frazione, si porta avanti con determinazione. Perugia risponde però colpo su colpo.

I Block Devils si portano avanti per un’invasione di Van Garderen, che però trova subito il pari. E poi torna avanti 6-5.

Latina si porta sul +3 (9-6) e allora Heynen chiama il timeout e manda in campo Leon. Che però sbaglia il primo servizio. Continua invece ad essere efficace Podrascanin, che trova il punto numero 8 per la Sir.

Ma Latina non molla. E allora Perugia deve affidarsi ancora una volta al primo tempo, questa volta con Ricci, che porta la Sir a -1 (11-10).

Non è entrato invece in partita Atanasijevic, che sbaglia la palle del pari vanificando un ottimo recupero di Colaci. Proprio nella fase di contrattacco Perugia sta mostrando limiti. E allora, dopo l’ennesima palla del pari sprecata, un infuriato Heynen chiama il timeout.

Leon trova il primo punto in questa Superlega e subito dopo un ace che vale il 15-15. E la partita va avanti punto su punto, con Perugia che deve affidarsi alle veloci vista la scarsa vena dei suoi bombardieri.

L’invasione di Ricci su un errore in attacco di Van Garderen regala il doppio vantaggio a Latina. Perugia ritrova il pari (20-20) con Leon, ma un errore al servizio di Ricci fa tornare davanti Latina. Perugia sempre costretta ad inseguire in questo difficile set.

La testa avanti la Sir riesce a metterla con un muro di Podrascanin, ma Latina trova il 22 pari. Lanza sbaglia l’attacco sul nuovo pari e così Latina conquista la prima set ball (24-23).

Un muro di Ricci riporta avanti la Sir che ha un setball, che Podrascanin vanifica con un errore dai 9 metri. Una battuta di Lanza dà l’illusione dell’ace, ma la palla è out di pochissimo (27-27).

Due ace li trova invece Szwarc, che porta Latina sull’1-1.

Atanasijevic torna a trovare l’ace ad inizio terzo set e Perugia si porta sul 2-4. La Sir pare aver iniziato con un altro piglio questa terza frazione, ma Latina raggiunge il pari sul 5-5.

Perugia prova a scappare (fino a +3), ma Latina non molla. Perugia però adesso gioca meglio, soprattutto in attacco. La Sir gioca bene ora e prende un consistente margine.

Ma Latina non molla e prova a riaprire un set che sembrava chiuso. Sul 19-22 Perugia riesce a mantenere 3 punti di vantaggio. Gli stessi punti che consentono ai ragazzi di Heynen di giocare tre palle del set. E Perugia la chiuse 22-25, portandosi sul 2-1.

Nel quarto set ci si attende che i vice campioni d’Italia chiudano la partita. E invece Latina parte subito forte, portandosi avanti di 3 punti. Perugia prova a ricucire, ma la rincorsa si ferma sul -2 (8-6). Perché i padroni di casa hanno alzato il muro e Perugia è sempre più fallosa in attacco.

Latina domina il quarto set praticamente in tutti i fondamentali e chiude con un netto 25-18.

La partita si chiude quindi al tie breack. Ma Latina è ormai lanciatissima, galvanizzata dal proprio pubblico. E prova subito a scappare, con Perugia in difficoltà.

L’errore di Lanza vale l’8-5 per Latina al cambio del campo. Volti tirati tra i ragazzi di Heynen, che vede le streghe al suo esordio in Superlega.

Miracolo di Colaci per il punto numero 6 della Sir che tiene ancora in vita gli ospiti. L’ace di Ricci ridà ossigeno e speranze oltre che il punto del 7-8. Ma Perugia stasera non c’è e sbaglia il contrattacco del pari.

Un ace di Lanza, aiutato dal nastro, vale il pari (10-10). Ma un’invasione di Podrascanin consente a Latina di tornare avanti: quanti regali di Perugia al di là del merito degli avversari!

Il muro di Leon vale il primo vantaggio di Perugia (11-12) e Latina chiama il timeout. Sir ancora avanti con il mani fuori di Leon. Ma Latina non molla e trova il pari con Karlitzek.

Ma Perugia si aggrappa a Leon per il match ball, che però Perugia spreca con una palla contesa a rete.

E allora è Lanza a trovare l’attacco vincente del 14-15. Ai 9 metri va Ricci e Perugia trova il punto di una vittoria soffertissima, ma molto importante e non solo per i 2 punti conquistati.

Latina – Perugia 2-3 (27-29 29-27 22-25 25-18 14-16)

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!