PD: LA CENA DI SAN GIOVANNI DI BAIANO E TUTTOGGI.INFO FINISCONO SU LA STAMPA! - Tuttoggi

PD: LA CENA DI SAN GIOVANNI DI BAIANO E TUTTOGGI.INFO FINISCONO SU LA STAMPA!

Redazione

PD: LA CENA DI SAN GIOVANNI DI BAIANO E TUTTOGGI.INFO FINISCONO SU LA STAMPA!

Gio, 18/10/2007 - 14:18

Condividi su:


Non può far che piacere se un articolo targato Tuttoggi.info (da ieri indicizzato anche da Alexa.com) viene letto e approfondito da una autorevole penna come quella di Fabrizio Rondolino, fra le migliori firme de La Stampa. Il servizio in questione, lanciato su queste colonne da Carlo Vantaggioli, è quello relativo alla incandescente cena tenutasi al circolo Arci di San Giovanni di Baiano. Quello di Rondolino, dal titolo “Matrimonio rovinato dalla cena”, è stato pubblicato sul quotidiano di Torino domenica scorsa, a pagina 7, di spalla a quello nel quale Fassino confessa di “non aver dimenticato lo schiaffo di Moretti”, nel giorno che ha visto consacrare Valter Veltroni alla guida del PD. Ecco il corsivo di Fabrizio Rondolino:

“A conclusione di un’appassionata campagna elettorale per l’elezione diretta da parte dei cittadini del primo segretario del Partito Democratico, un aneddoto umbro a metà fra Boccaccio e Guareschi può riassumere l’affettuosa confusione che regna a sinistra. Giovedì scorso, mentre si teneva presso il circolo Arci di San Giovanni di Baiano, frazione di Spoleto, una cena sociale degli iscritti, un gruppo di animatori del nascente Partito democratico s’è presentato all’ingresso della sede, ormai anacronisticamente ubicata in via Karl Marx, per iniziare una riunione politica in vista delle imminenti primarie. Infatti circolo Arci e sezione Ds (e da domani Pd) coincidono. Ogni convivenza è sempre problematica e così l’altra sera a San Giovanni di Baiano è divampata un’aspra discussione. I soci Arci volevano finire in santa pace la cena, e per far questo erano disposti ad offrire il dolce ai militanti democratici; i quali però intendevano cominciare subito la riunione, e per far questo erano disposti ad aprirla si soci Arci. Com’è o come non è, l’accordo non s’è trovato e sono volati insulti e parolacce. Il presidente del circolo si è dimesso per protesta, la federazione diessina di Spoleto è stata investita del caso. Al partito, secondo quanto riferisce Tuttoggi.info, “minimizzano, e dicono che i toni concitati sono consueti in quell’area geografica, e pertanto occorre essere pratici di geopolitica se si vuole intervenire alle cene o anche prendere un solo caffè in quel territorio”. C’è qualcosa di sublime in questa versione spoletina del multiculturalismo, più ruspante e immediata e onesta di tante altre; ma l’aneddoto fa tenerezza anche perché ci restituisce un mondo che nessuno frequenta più, e che davvero ha molto poco a che fare con l’allegra mistificazione delle primarie democratiche”.


Condividi su:


Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!