Pasqua, 25 aprile e Primo maggio, la nuova rivolta dei commessi

Pasqua, 25 aprile e Primo maggio, la nuova rivolta dei commessi

Redazione

Pasqua, 25 aprile e Primo maggio, la nuova rivolta dei commessi

Ven, 15/04/2022 - 09:49

Condividi su:


I sindacati del commercio contro la scelta di tenere aperti negozi e supermercati: dipendenti, non andate allavoro per il turno delle festività

Pasqua e 25 aprile, la nuova rivolta dei commessi e di chi si trova a dover lavorare. Diversi i negozi, supermercati, centri commerciali resteranno aperti anche in giornate “sacre” per motivi religiosi o civili, come Lunedì dell’Angelo, 25 aprile e Primo maggio, che cade di domenica.

I sindacati attaccano

I sindacati del commercio ricordano che la disponibilità al lavoro festivo è una scelta libera e autonoma di lavoratrici e lavoratori e non un obbligo. “Questo è confermato anche da recenti sentenze – scrivono in una nota Filcams Cgil di Perugia e Terni, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil dell’Umbria – il datore di lavoro non può imporre al dipendente di lavorare in una giornata festiva ed è illegittima l’eventuale sanzione disciplinare a punizione del rifiuto al lavoro festivo”.

I sindacati chiedono inoltre di porre un limite alle aperture incontrollate che in questi anni hanno stravolto il settore e la vita delle lavoratrici e dei lavoratori delle aziende del commercio. “È necessario – insistono le sigle di Cgil, Cisl e Uil – escludere la possibilità di aprire in occasione delle festività nazionali, restituendo a questi giorni il valore civile e religioso che è patrimonio della nostra storia e della nostra cultura; inoltre le liberalizzazioni non hanno comportato alcuna crescita e neppure creato nuova occupazione”. 

“Non andare al lavoro”

Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil invitano dunque le lavoratrici ed i lavoratori ad astenersi dal lavoro per tutto il turno di lavoro delle festività alle porte, ricordando che sulla base delle norme contrattuali vigenti, e alla luce delle recenti sentenze della Cassazione, potranno rifiutarsi di effettuare prestazioni lavorative in tutte le festività, senza incorrere in nessuna sanzione.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!