Partiti e preferenze: così il voto a Torgiano, la lente su Nasini - Tuttoggi

Partiti e preferenze: così il voto a Torgiano, la lente su Nasini

Redazione

Partiti e preferenze: così il voto a Torgiano, la lente su Nasini

L'ex sindaco raccoglie 736 in tutta la regione ma è solo nono nella lista Tesei
Lun, 28/10/2019 - 18:46

Condividi su:


La curiosità degli elettori torgianesi era tutta per vedere quante preferenze avrebbe preso l’ex sindaco Marcello Nasini, quest’estate dato addirittura come possibile assessore al Bilancio nella futura Giunta di Donatella Tesei. Difficile, ora, visto il responso delle urne. Perché nella lista Tesei Presidente Nasini si è piazzato al nono posto, raccogliendo complessivamente 736 preferenze, di cui 161 nella sua Torgiano. Dove ha raccolto 92 voti un’altra candidata per metà torgianese, l’ex assessore di Perugia Maria Teresa Severini, anche lei fuori dai posti utili per entrare a Palazzo Cesaroni.

La lista Tesei Presidente qui ha però preso l’8,49%, più del risultato complessivo nella regione. Così come in linea con il dato regionale è quello della candidata presidente Donatella Tesei.

Il primo partito a Torgiano si conferma la Lega con 1.118 voti (33,40%). Primi due posti per due eletti in Consiglio, Valerio Mancini (117) e Francesca Peppucci (110), evidentemente ben sostenuti dal partito. Così come Stefano Pastorelli (47), Paola Fioroni (37) ed Eugenio Rondini (9).

Nel centrodestra Fratelli d’Italia arriva all’11,17% seguendo l’ordine di preferenze generale: Marco Squarta (105 voti), Eleonora Pace (19) e Michela Sciurpa (18).

Nella lista di Forza Italia (che si ferma al 4,42%) Laura Bbuco (17) sopravanza Roberto Morroni (15). Nilo Arcudi pesca 24 voti e porta Umbria Civica all’1,76%.

Il candidato del Patto, Vincenzo Bianconi, a Torgiano fa un po’ peggio che nel resto della regione e si ferma al 35,71%.

Il Pd è al 21,18%, con Tommaso Bori che trova 158 voti, seguito da Donatella Porzi (88), mentre Valeria Cardinali e Simona Meloni ne prendono 49 a testa e 44 Sauro Cristofani. Marco Vinicio Guasticchi ne raccoglie invece solo 30, Giacomo Leonelli appena 18.

Il M5s scende addirittura al 5,17% con il più eletto, Cristian Brutti, che raccoglie appena 17 voti e la consiliera uscente Maria Grazia Carbonari 7 come l’esordiente Fabio Andrea Petrini.

Andrea Fora a Torgiano si piazza al quarto posto e prende solo 13 voti, 9 in meno della più votata della lista Bianconi per l’Umbria (al 4,30%) Giuliana Astarita.

Sinistra civica e verde ha un sussulto che non porta la lista oltre il 3,11% con Terdelinda Rastelli la più votata (49). Europa Verde Umbria raccoglie solo 45 voti (1,34%).

Claudio Ricci a Torgiano prende il 4,35% (153 voti), mentre la sfida a sinistra tra Emiliano Camuzzi e Rossano Rubicondi fino 26 a 26. Gli altri: 6 voti per Antonio Pappalardo, 4 per Martina Carletti, 3 per Dr Seduction.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!