Parkinson, Aosp Terni promuove incontro con i cittadini - Tuttoggi.info

Parkinson, Aosp Terni promuove incontro con i cittadini

Redazione

Parkinson, Aosp Terni promuove incontro con i cittadini

Il 28 novembre ricrrerà la Giornata Mondiale Parkinson
Mar, 24/11/2015 - 12:46

Condividi su:


In occasione della Giornata Nazionale Parkinson, promossa dall’Accademia LIMPE-DISMOV (Accademia Italiana per lo Studio della Malattia di Parkinson e i Disturbi del Movimento) e dalla Fondazione LIMPE per il Parkinson ONLUS, il prossimo 28 novembre, dalle ore 11 alle 13, nell’aula A del Centro di formazione dell’Azienda Ospedaliera Santa Maria di Terni si terrà un incontro pubblico in cui malati, familiari e chiunque sia interessato alla patologia potranno confrontarsi con i medici del centro Parkinson della struttura complessa di Neurologia diretta da Carlo Colosimo, che da più di 25 anni si occupa di questa malattia a livello nazionale ed internazionale, per avere informazioni su diagnosi clinica e genetica, aspetti neuropsicologici e sociali, terapie che possono aiutare a contrastarne i sintomi.

L’insorgenza della malattia di Parkinson è determinata da fattori ambientali o genetici? Quali sono i sintomi premonitori e quali i fattori protettivi e di prevenzione? Quali le migliori terapie ad oggi disponibili per contrastarne il decorso? Numerose possono essere le domande intorno a quello che, dopo la malattia di Alzheimer, è il disordine neurodegenerativo più diffuso nella popolazione sopra i 60 anni con un tasso di incidenza che aumenta notevolmente con il crescere dell’età. In Italia la malattia di Parkinson colpisce circa il 2% degli over 65, in Umbria i malati sono circa 3mila. Il sintomo principale è costituito da un’alterazione del movimento volontario e automatico che diventa più lento e difficile e si associa spesso a rigidità e al caratteristico tremore. Le cause di sofferenza riguardano oltre la ridotta mobilità e le cadute, anche disturbi del sonno, perdita delle abilità, disturbi dell’affettività e delle emozioni, difficoltà relazionali  fino all’isolamento, con una consapevolezza quasi sempre lucida dei cambiamenti.

Il tema portante dell’edizione 2015 della Giornata Nazionale Parkinson, presentata a Roma lo scorso 11 novembre con la presenza del campione olimpico Jury Chechi in veste di testimonial,  è l’attività fisica come elemento fondamentale di prevenzione. Praticare con regolarità un’attività sportiva di medio livello riduce del 43% il rischio di sviluppare la malattia nella popolazione e nei soggetti con Parkinson riduce del 70% il rischio di cadute (la causa che più spesso li porta al pronto soccorso) migliorandone anche l’umore. Da un lato, quindi, rimanere attivi il più a lungo possibile può prevenire il Parkinson, dall’altro l’impiego delle terapie più avanzate nell’ambito di un approccio multidisciplinare può contribuire a rallentare la progressione della malattia e a migliorare la qualità della vita in tutte le fasi di malattia.

ACCEDI ALLA COMMUNITY
Leggi le Notizie senza pubblicità
ABBONATI
Scopri le Opportunità riservate alla Community
necrologi_terni

L'associazione culturale TuttOggi è stata premiata con un importo di 25.000 euro dal Fondo a Supporto del Giornalismo Europeo - COVID-19, durante la crisi pandemica, a sostegno della realizzazione del progetto TO_3COMM

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!


    trueCliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

    "Innovare
    è inventare il domani
    con quello che abbiamo oggi"

    Grazie per il tuo interesse.
    A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!