Parentopoli, tutti gli arrestati dei Ros a Gubbio: anche 3 consiglieri in carica. Shock in Prc e Idv - Tuttoggi

Parentopoli, tutti gli arrestati dei Ros a Gubbio: anche 3 consiglieri in carica. Shock in Prc e Idv

Redazione

Parentopoli, tutti gli arrestati dei Ros a Gubbio: anche 3 consiglieri in carica. Shock in Prc e Idv

Mar, 14/02/2012 - 11:48

Condividi su:


Parentopoli, tutti gli arrestati dei Ros a Gubbio: anche 3 consiglieri in carica. Shock in Prc e Idv

E’ sotto choc la città di Gubbio che questa mattina ha assistito al blitz dei carabinieri che ha portato all’arresto di 9 persone, a cominciare dall’ex sindaco e attuale vicepresidente del Consiglio Regionale Orfeo Goracci, già deputato nelle file di Prc. 5 le custodie cautelari in carcere, 4 quelli che hanno potuto beneficiare dei domiciliari. A quanto riferiscono le Agenzie di stampa e le segreterie dei Partiti coinvolti (Prc e Idv) nel mirino della Procura della Repubblica di Perugia – l’inchiesta è seguita dai pm Formisano e Duchini – sarebbero finiti (il condizionale è d’obbligo in attesa della conferenza stampa) anche l’ex vicesindaco di Gubbio Maria Cristina Ercoli, la dottoressa Lucia Cicili dell’ufficio del personale del municipio, Lucio Panfili assistente dell’ex deputato e il consigliere comunale in carica nelle file Idv Graziano Cappannelli. Tutti, stando alle fonti sentite da TO® e ai primi lanci di agenzia, già tradotti nel carcere di Capanne. Ai domiciliari si troverebbero invece l’ex segretario comunale di Gubbio, il dottor Paolo Cristiano (attualmente presta servizio al Comune di Orbetello), i consiglieri comunali in carica di Prc Antonella Stocchi (49 anni, infermiera) e Marino Cernicchi (62 anni, pensionato) e la sorella della Ercoli, Nadia.
L’inchiesta – l’ipotesi accusatoria mossa dai magistrati perugini è quella di associazione per delinquere finalizzata all’abuso d’ufficio e concussione. Le indagini, a quanto è dato sapere, puntano a far chiarezza su alcune assunzioni sospette ma, a quanto pare, anche su altre vicende legate all’attività amministrativa del piccolo comune del perugino. Nel mese di dicembre era stato ascoltato dai magistrati quale persona informata dei fatti anche l’attuale sindaco Diego Guerrini (Pd) in merito alla sua decisione di allontanare dalla Giunta la Maria Cristina Ercoli, alla quale aveva ritirato la delega di vicesindaco, e sulla presunta sparizione dagli archivi comunali di alcuni documenti. Intanto si apprende che sono stati già fissati gli interrogatori di garanzia di fronte al Gip di Perugia: si comincerà domani mattina per terminare con ogni probabilità giovedì prossimo.

Le accuse – Stando a quanto trapelato nelle ultime ore, l'atto di ordinanza di custodia cautelare siglata dal Gip si incentrerebbe sull'accusa principale di associazione a delinquere. Goracci e gli altri avrebbero instaurato un “clima di intimidazione” all'interno del Comune di Gubbio, grazie al quale erano in grado di pilotare appalti, assunzioni e avanzamenti di carriera, tenendo fuori dal gioco e arrivando anche a minacciare i dipendenti esterni alla “cricca”. I vantaggi sarebbero stati di tipo “politico-amministrativi”, di “mantenimento delle posizioni di potere e sviluppo della carriera, vantaggi economici per se stessi e per soggetti loro legati da vicoli di vicinanza politica, amicizia e sentimentali (per il Goracci), con pari e ingiusto danno per la collettività, per i dipendenti e i soggetti estranei all'amministrazione”.
Le reazioni – dalle 9 di questa mattina i vertici di Rifondazione comunista, presente anche l’assessore regionale Stefano Vinti, stanno monitorando la situazione ed è probabile a breve un comunicato stampa. Prc, come si ricorderà, già lo scorso 5 novembre aveva invitato i propri esponenti, raggiunti all’epoca da un avviso di garanzia, ad autosospendersi dal Partito. Invito che era stato ad esempio accolto dall’ex onorevole Goracci ma non dalla Ercoli, che per questo era stato di lì a poco sospesa. Da un’ora è invece in corso un briefing dei vertici dell’Italia dei valori alla presenza del coordinatore regionale Paolo Brutti. Al vaglio la posizione dell’esponente eugubino Cappannelli.
© Riproduzione riservata

(Carlo Ceraso, Jacopo Brugalossi, Carlo Vantaggioli, Franceso De Agustinis, Alessia Chiriatti)

Aggiornato alle 16.13

Articolo precedente
Terremoto Umbria, arrestato Orfeo Goracci. In manette altri 8. Inchiesta fra Gubbio e Perugia – AGGIORNAMENTI: coinvolto esponente Idv e alto funzionario

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!