Pacchi dono per 70 bambini dai giostrai di Pian di Massiano - Tuttoggi

Pacchi dono per 70 bambini dai giostrai di Pian di Massiano

Flavia Pagliochini

Pacchi dono per 70 bambini dai giostrai di Pian di Massiano

Dom, 29/11/2020 - 10:00

Condividi su:


Pacchi dono per 70 bambini dai giostrai di Pian di Massiano

Un modo per ringraziare la Caritas per averli sostenuti e per sostenerli tuttora nel periodo della pandemia. I giostrai di Pian di Massiamo hanno reso felici una settantina di bambini e bambine del villaggio della Carità Sorella Provvidenza regalando loro dei pacchi dono.

Secondo quanto spiega Manuel Torboli a Tuttoggi.info, “la Caritas nazionale è stata sin da subito vicina ai circensi, lavoratori di parchi giochi, spettacoli viaggianti e animatori di feste. Un settore, come tanti altri, senza tutele. Spesso guardato male, laddove porta invece momenti di spensieratezza e divertimento. E che, nonostante i pregiudizi, ha lavorato tranquillamente nei mesi estivi senza registrare contagi“.

Pacchi dono con peluche e dolciumi

La difficile situazione dei giostrai, come quella di tanti altri lavoratori, era stata ricordata anche da Papa Francesco: “Molti di voi vivono giorno per giorno senza alcuna garanzia legale che li protegga: venditori ambulanti, raccoglitori, giostrai, piccoli contadini, muratori, sarti, quanti svolgono diversi compiti assistenziali. Voi, lavoratori precari, indipendenti, del settore informale o dell’economia popolare, non avete uno stipendio stabile per resistere a questo momento“.

Come detto in aiuto dei giostrai è scesa la Caritas, che le “famiglie dei baracconi” hanno deciso di ricambiare in qualche modo per la solidarietà e l’aiuto ricevuti. Grazie al coordinamento della giostraia Suamy Livèro, con l’aiuto delle colleghe, i giostrai perugini hanno offerto alla Caritas di Perugia 70 pacchi dono, realizzati con peluche e dolciumi presi dai loro stand.

Solidarietà non solo in Umbria

L’impegno dei giostrai non si è fermato all’Umbria, o alla Caritas. “Altre iniziative – aggiunge infatti Torboli – sono state realizzate in altre regioni“. È il caso ad esempio della vicina Toscana, dove sono stati raccolti fondi per la casa di riposo per gli anziani dello spettacolo viaggiante di Scandicci. Una casa di riposo per ex attori, saltimbanchi e acrobati per cui, grazie a una lotteria con una base minima di 5 euro, sono stati raccolti un migliaio di euro che saranno consegnati la prossima settimana.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!