Ospedale, Farmacie Comune invitano alla protesta su Facebook | Post rimosso, è giallo - Tuttoggi

Ospedale, Farmacie Comune invitano alla protesta su Facebook | Post rimosso, è giallo

Carlo Ceraso

Ospedale, Farmacie Comune invitano alla protesta su Facebook | Post rimosso, è giallo

Mer, 28/04/2021 - 09:18

Condividi su:


Il post da qualche minuto non risulta più visibile, probabilmente per un ripensamento dell’amministrazione o l’intervento di qualcuno

Anche la Afc Farmacie comunali, l’azienda detenuta al 100% dal Comune di Spoleto temporaneamente retto dalla Commissaria prefettizia Tombesi, chiamano i cittadini alla protesta in difesa dell’ospedale di Spoleto.

I fatti

E’ quanto apparso sul sito Facebook dell’azienda comunale da ieri sera e che, giustamente, ha fatto fare un salto sulla sedia sia delle istituzioni, sia della politica.
Così ad incitare la piazza – nonostante sia ormai chiaro che la Regione della Presidente Tesei stia per annunciare la riapertura di molti servizi e il ritorno alla normalità per il nosocomio spoletino – arriva l’appello anche della Afc, che dallo scorso anno vede quale amministratore unico, nominato dalla giunta De Augustinis, il coordinatore di Forza Italia, Paolo Scarabottini.

La protesta

Il post da qualche minuto non risulta più visibile, probabilmente per un ripensamento dell’amministrazione o l’intervento di qualche situazione.
L’appello rilanciato non era peraltro alla manifestazione in programma per venerdì indetta in piazza Garibaldi dal City Forum, l’organizzazione che riunisce 46 associazioni cittadine, ma per il ‘comitato spontaneo’ che, sempre per questa data, ha previsto un flash mob invitando i cittadini a presentarsi in piazza duomo con un lenzuoli bianco (da sempre però simbolo della lotta alla mafia) e scendere silenziosamente fino a piazza Garibaldi per riunirsi con il CF.

Di “spontaneo” quest’ultimo comitato ha ben poco, visto che a richiedere le autorizzazioni ci sarebbero almeno tre figure spoletine che rappresentano liste civiche: tra gli altri Giovanni Angelini Paroli, coordinatore locale della lista del consigliere Fora, la professoressa Miriam Carletti (Laboratorio, lista dell’ex sindaco De Augustinis) e la consigliera uscente Maria Elena Bececco tra i personaggi più attivi e determinati a ripresentarsi alle prossime elezioni di ottobre o novembre prossimo.

Il CF prende le distanze

Il portavoce del CF, Sergio Grifoni, atteso peraltro domani, 29 aprile, in Regione dalla presidente Tesei per avere il punto della situazione sul futuro dell’ospedale, ha già preso le distanze dalla protesta dei “lenzuoli bianchi”.
Resta la gravità di come una azienda pubblica come la Afc possa condividere una protesta nei confronti di un’altra istituzione quale la Regione.

Ma questo non fa che confermare come, a dispetto di chi sta lavorando per una riapertura dell’Ospedale alla luce del calo dei contagi da covid, ci sia chi cavalca la protesta per inseguire fini personali e politici.

Novità imminenti

Non è escluso che in mattinata il Commissario prefettizio convochi in Comune l’amminisratore Scarabottini per chiedere spiegazioni.
Intanto fonti vicine a Palazzo Donini annunciano che in mattinata la presidente Donatella Tesei potrebbe inviare un comunicato stampa così da anticipare gli stessi tempi che si era data per formalizzare l’annuncio della riapertura dell’ospedale covid in “ospedale misto”, l’acquisto dell’acceleratore lineare per la radioterapia, l’avvio di uno studio per la definitiva integrazione degli ospedali di Foligno-Spoleto. Iniziativa anticipata proprio per cercare di spazzare via la protesta dalla piazza e cercare di frenare urlatori e urlatrici che stanno avvelenando oltre modo il clima in città.

Clima che, dicono i bene informati, si sta ripercuotendo purtroppo anche sui bandi di concorso indetti dalla Usl2 per Spoleto e che non trovano sempre risposte da parte dei dirigenti medici: chi vorrebbe mai lavorare in un ospedale su cui aleggia lo spettro della chiusura o ridimensione, nonostante la Regione stia decidendo il contrario?

© Riproduzione riservata

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!